28.1 C
Napoli
venerdì, Agosto 19, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Hamsik verso la Cina: l’asta a tre fa sorridere Aurelio De Laurentiis


Undici anni. Undici lunghissimi ed emozionanti anni. La piazza partenopea ha avuto tempo e modo per immaginare la dimensione del “sempre” o il significato di “appartenenza”. Le curve del San Paolo ci sono arrivate con largo anticipo al sentimento necessario e sufficiente alla consacrazione di un giocatore che non è solo tale. Non lo è mai stato, del resto. Ogni estate, nonostante le notizie, gossip e asta di calciomercato, i tifosi e il Club sono sempre partiti da un assunto, un punto fisso: Marek Hamsik ci sarà anche la prossima stagione (qui un articolo emozionale). Nel tempo, com’è sacrosanto che sia, è diventato un mantra. Hamsik ci sarà. Punto. O, forse, no. Il Napoli sarriano avrebbe dovuto consacrare la gloria di qualcosa che ha avuto dell’incredibile. Con la gloria, allora, anche i saluti sarebbero stati accettati. Capiti. Forse anche giustificati. Però poi, San Siro, il disastro di Orsato. Poi Firenze. E, niente.

asta-hamsik-cina-napoli
Francesco Pecoraro – LaPresse17 11 2012 Napoli ( Italia )Sport Calcio Napoli vs Milan – Campionato TIM Serie A 2012 2013Stadio San Paolo NapoliNella foto: la disperazione di Hamsik -Francesco Pecoraro – LaPresse17 11 2012 Napoli ( Italia )Sport Soccer Napoli versus Milan – Italian Serie A Soccer League 2012 2013S asta Paolo Stadium NapoliIn the Photo: la disperazione di Hamsik

L’asta è tra tre club cinesi

Poi, la tempesta aureliana. Via Maurizio Sarri, in una nebbia densa fatta di mezze verità e mezze falsità. Poi, “benvenuto Carlo!“. Sbigottimento, incredulità. Intanto, nella confusione, è crollato anche il mantra di sempre. Quello di Marek Hamsik. Il Capitano ci sta pensando, il Napoli anche. Come ha detto Mister Sarri, «meglio far finire le storie quando sono belle». E allora, occhio interessato alle offerte monstre che arrivano dalla Cina, un mondo calcistico che tende la mano al progresso a suon di milioni. Il Guangzhou Evergrande si è ritirato dall’asta, parola di Fabio Cannavaro. All’asta si è aggiunto l’altro Guangzhou, l’R&F. Giocherà al rilancio contro lo Shandong Luneng di Pellé e il Tianjin Quanjian di Paulo Sousa. Aurelio si starà sfregando già le mani. Avidamente. Giustamente.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Il mare di Napoli invaso da topi e liquami, giorno ‘nero’ per i bagnanti

Chiazze di liquami fognari e topi morti sono spuntati nel mare di Nisida determinando un terribile spettacolo per gli...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria