Torna a correre la curva dei contagi da Coronavirus in Campania: oggi il virus fa registrare 2.185 positivi su 21.366 tamponi effettuati, 749 in più di ieri con 6.035 tamponi in più processati. In percentuale, significa che è positivo il 10,22% dei test, un punto percentuale in più di ieri quando l’indice di contagio era al 9,53%. Di tutti questi nuovi contagiati, 1.763 sono asintomatici e solo 119 presentano sintomi in un bollettino che però non tiene conto dei casi identificati con test antigenici rapidi.

Il Governo dice no alle riaperture

Il prossimo dpcm “varra’ dal 6 marzo al 6 aprile”. Lo ha annunciato al Senato il ministro della Salute Roberto Speranza. Il dpcm includera’, dunque, la festivita’ di Pasqua del 5 aprile. La “bussola del nuovo dpcm – ha detto il ministro – sara’ la salvaguardia del diritto alla salute”. 

“Non ci sono le condizioni epidemiologiche per abbassare le misure di contrasto alla pandemia, siamo all’ultimo miglio e non possiamo abbassare la guardia”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza al Senato riferendo sull’emergenza Covid. “La presenza delle varianti – ha spiegato – condizionerà l’epidemia: la variante inglese è presente nel 17,8% dei casi e sarà presto prevalente e la sua maggiore diffusione rende indispensabile alzare il livello di guardia, ma fortunatamente non compromette efficacia dei vaccini. Le altre due varianti sono più insidiose per la ridotta efficacia dei vaccini. La loro diffusione è minore ma è necessario isolare i focolai”. 

“E’ decisiva la consegna puntuale delle dosi e l’Italia non si rassegna alla riduzione di queste. Con i vertici Ue stiamo esercitando il massimo di pressione verso le aziende affinchè si trovino soluzioni necessarie per aumentare la produzione dei vaccini. Vanno considerate tutte le soluzioni, nessuna esclusa”.

Pubblicità