Il gelo cala su Roma, il Vaticano dona coperte e pasti caldi ai senzatetto

Con l’arrivo del gelo l’Elemosineria ha intensificato gli sforzi a favore di chi vive in strada. E’ stata aumentata la distribuzione dei sacchi a pelo: ne sono stati consegnati molti, più resistenti alle bassissime temperature, a quanti ne hanno fatto richiesta.
Vengono poi monitorate dai volontari le situazioni di difficoltà al fine di fornire tutto l’occorrente contro le intemperie. È stato anche incrementato il numero dei letti a disposizione dei senzatetto che si rivolgono al dormitorio Dono di misericordia di via dei Penitenzieri. C’è poi la distribuzione di pasti caldi alla sera per oltre 250 persone, che l’Elemosineria – riferisce l’Osservatore Romano – cura nella cucina allestita nei locali della chiesa di Santa Maria Immacolata all’Esquilino, di cui è titolare il cardinale elemosiniere Konrad Krajewski. Non vengono dimenticati nemmeno i cani, che spesso sono gli unici amici dei senzatetto con un programma di visite gratuite dei veterinari.