La piccola Greta dona i suoi capelli per i malati di tumore

Doveva tagliarsi i capelli perché erano diventati lunghi, ma ha deciso di renderlo un gesto pieno di altruismo. Ha scelto, infatti, di donare le sue lunghe trecce ad un’associazione che si occupa di confezionare parrucche destinate alle pazienti oncologiche. Greta ha 8 anni, frequenta la seconda elementare a Padova ed è figlia di un dipendente dello Iov, l’Istituto oncologico veneto.

Il gesto di altruismo di Greta

In famiglia, grazie al lavoro del papà, aveva più volte sentito parlare di questa possibilità. E dei passaggi necessari per fare questa donazione. Uno su tutti la lunghezza: i capelli per poter essere donati devono essere lunghi almeno 28 cm.
Abbiamo passato la sera prima a prendere le misure – scherza il papà che preferisce restare anonimo – Lei e la mamma si sono informate bene di questa cosa e hanno avuto l’idea. Greta è sensibile all’argomento, in casa si parla ovviamente di queste difficoltà e conosce persone vicine a lei che hanno vissuto la stessa esperienza“.
Così Greta non ha avuto titubanze e ha chiesto alla mamma di accompagnarla in un salone disposto a fare questo tipo di servizio.

Chiunque può donare i propri capelli

Può farlo chiunque, non serve scegliere un salone in particolare – spiega il padre – le parrucchiere sono molto disponibili“.
Per altro quello della piccola Greta non è l’unico caso. Tante bambine in questi mesi hanno deciso di donare i loro capelli ad associazioni attraverso molti parrucchieri sensibili sul tema.

Parole di profonda stima del governatore Zaia

Ora i capelli di Greta verranno spediti a un’associazione di Verona che li trasformerà, rendendoli un prezioso supporto per le pazienti oncologiche. “Uno dei motori di tante nostre attività è la generosità delle persone – ha commentato il Direttore Generale dello Iov – Irccs, Patrizia Beninidalla ricerca compiuta nei nostri laboratori, alle donazioni in denaro che ci permettono di far progredire i nostri progetti fino dall’aiuto e sostegno reso dai nostri volontari. Il gesto di questa bambina è meraviglioso“. E sulla questione, con un twitter è intervenuto anche il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia: “Resto senza parole di fronte a questo gesto, compiuto dal cuore di una bambina, i cui genitori hanno di certo trasmesso la sensibilità e l’attenzione per chi soffre– ha scritto – ti abbraccio grande Greta, anche a nome di coloro che riceveranno il tuo dono, malate che grazie a te potranno sentirsi meno penalizzate nella loro patologia”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.