30.2 C
Napoli
giovedì, Luglio 7, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Il piccolo Tommaso travolto e ucciso all’asilo, indagine sull’auto impazzita


Il piccolo Tommaso “era un bambino molto simpatico, un bimbo molto tranquillo e sereno, sensibile e dolcissimo. Spesso si abbracciavano con mia figlia sia quando arrivavano a scuola sia quando uscivano, in un una immagine davvero emozionante”.

Così la mamma di una bambina che conosceva bene Tommaso ha ricordato il bambino di 4 anni morto oggi a L’Aquila a causa del drammatico incidente avvenuto nella scuola dell’infanzia “Primo Maggio” del capoluogo abruzzese.

Il bilancio dell’incidente è drammatico: il piccolo Tommaso è giunto all’ospedale San Salvatore del capoluogo già senza vita, le procedure di rianimazione praticate dai medici infatti non sono servite a salvargli la vita.

Due bambine, entrambe di 4 anni, sono state trasportate in elisoccorso presso i reparti pediatrici del policlinico Gemelli a Roma: una è stabile, ha eseguito una Tac Total body e ke sye condizioni allo stato attuale sono ritenute non gravi; la seconda ha riportato la frattura dell’osso temporale ed ematoma sottodurale. Stabile e in respiro spontaneo, ma la sua prognosi resta riservata. Sono tre i bambini con ferite minori ricoverati invece all’ospedale San Salvatore del capoluogo.

La Procura della Repubblica dell’Aquila ha affidato la perizia tecnica ritenuta determinante per stabilire la dinamica del tragico incidente di ieri pomeriggio all’Aquila nella scuola dell’infanzia di Pile, frazione del Comune dell’Aquila, dove una Passat parcheggiata da una donna, indagata per omicidio stradale, con a bordo il figlio 12enne per andare a riprendere i suoi due gemellini di cinque anni, ha travolto la recinzione uccidendo un bimbo di 4 anni ferendone cinque: in particolare il pm Stefano Gallo titolare della inchiesta e gli agenti della Squadra Mobile dell’Aquila guidati dal dirigente Danilo Di Laura, l’esame deve dimostrare il motivo per il quale la macchina si è sfrenata: è stato il 12enne, è stato un errore della mamma che per la fretta in una azione comunque abitudinaria perché giornaliera, non ha ingranato la marcia a motore spento lasciando il solo freno a mano attivato, oppure c’è stato un guasto tecnico.

Le indagini proseguono a ritmo serrato per chiarire nel più breve tempo possibile il tragico caso che ha fatto il giro della nazione. Intanto, nel corso della giornata dovrebbe essere affidato l’incarico dell’autopsia sul corpo del piccolo Tommaso: solo dopo saranno fissati i funerali in una comunità sconvolta e incredula che si è stretta idealmente al dolore della famiglia del piccolo e dei feriti. Tra ieri sera e la notte sono state ascoltate in Questura 5-6 persone tra cui insegnanti e mamme che erano sul luogo dell’incidente. Non è stata ancora ascoltata la donna alla guida della Passat che è sotto shock: la donna sarà interrogata alla presenza dell’avvocato di fiducia Francesco Valentini, del foro dell’Aquila. La famiglia del piccolo Tommaso è difesa da Tommaso Colella e Katiuscia Romano, del foro dell’Aquila. (ANSA).

Inquirenti ed investigatori confidano sui risultati della perizia sulla macchina posta sotto sequestro.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Adl vuole evitare un Higuain-bis, super offerta a Koulibaly per rinnovare col Napoli

Nelle ultime ore si susseguono le voci di un interessamento della Juventus per Kalidou Koulibaly. Secondo quanto si legge...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria