28.5 C
Napoli
mercoledì, Maggio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

“Infame”. Minacce di morte per Loredana, l’ex detenuto a Secondigliano continua a perseguitarla


Loredana, la donna napoletana perseguitata dal suo ex ora detenuto nel carcere di Secondigliano, continua a ricevere minacce attraverso i social e le applicazioni di messaggistica istantanea.

L’ultimo inquietante messaggio recapitato a Loredana dal carcere

Inquietante è l’ultimo messaggio per Loredana recapitato al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, che assieme al conduttore radiofonico Gianni Simioli sta seguendo la vicenda da un po’ di tempo, inviato da uno dei complici dell’ex della donna ed aguzzino: “Forse per lei e company farlo finire in carcere era la soluzione migliore? Sperate che lui non esca più di là altrimenti tutti quanti vi renderete conto di cosa è capace di fare. Non lo dimenticherà mai tutto questo. Assumetevi le conseguenze che saranno disastrose,  soprattutto nei confronti di una persona a lei vicino anzi molto vicino. Avete sbagliato stavolta, lui non è il solito uomo di turno che lei pensava di trovare. Che non è più amore questo lo ha capito, vi farà male ma molto male. Vi troverà ovunque, vive solo di questo, a lui il carcere è solo una forma di rafforzamento non lo spaventa nulla. Presto capirete tante cose… adesso si inizia”.

Il profilo Instagram creato per screditare Loredana

Ma non finisce qui. Oltre al messaggio di minaccia, qualcuno – probabilmente complici del detenuto – ha creato un profilo instagram per screditare la versione dei fatti di Loredana. Sull’account, infatti, si susseguono immagini della donna e di persone a lei care, accompagnate da didascalie straripanti di offese. “Infame“, “Loredana fa anche la vittima“, “Queste persone usano bugie e falsità per rovinare la vita delle persone“. Una situazione oltraggiosa e insostenibile per chi, come Loredana, si ritrova a dover vivere nella paura e nell’incertezza.

“Bisogna far presto, prima che accada il peggio”, le parole di Borrelli

Come abbiamo già detto, bisogna fare presto. Si devono fermare i complici di quel criminale, arrestarli e fare in modo che non nuocciano a nessuno. Per quanto riguarda lui, al direttore del carcere abbiamo chiesto di metterlo in condizione di non poter utilizzare in alcun modo cellulari, mentre alla magistratura abbiamo chiesto di non concedere assolutamente gli arresti domiciliari dato che potrebbe approfittarne per evadere e far del male a Loredana. Bisogna far presto prima che accada il peggio”, queste le parole del consigliere Francesco Emilio Borrelli.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Napoli. Niente sussidi al reddito a chi non manda i figli a scuola ed ai parcheggiatori abusivi

La revoca delle indennità percepite dai genitori i cui figli risultino inadempienti agli obblighi scolastici è la misura di...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria