29.3 C
Napoli
giovedì, Luglio 7, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

La Campania perde il primato: Lombardia regione italiana con più pizzerie


La Lombardia scaccia la Campania dal gradino più alto del podio per il numero di pizzerie.

La Campania perde il primato della regione con più pizzerie

La buona pizza si mangia a Napoli e questo è un vanto di tutti i partenopei. Ma c’è da dire anche che, ormai, pizzerie buone possono trovarsi anche al di fuori dei confini campani. Difatti, quasi a voler seguire l’onda della polemica di Briatore sulla pizza napoletana, un’indagine di Cna Agroalimentare ha accertato un dato inaspettato. Il numero delle pizzerie aperte in Lombardia, quest’anno, è superiore di quelle in Campania. Questo, con ogni probabilità, ha a che fare con un calo di attività nelle regioni centro-meridionali. Che si contrappone ad un trend positivo nelle grandi regioni settentrionali. Il risultato, quindi è quello di qualificare la pizza sempre più piatto nazionale. Molto probabilmente sul crollo delle attività ha influito i due anni di pandemia, i costi elevati dei fitti e i pochi introiti dovuti al virus. Ora l’aumento delle materie prime e del costo dell’energia renderà ancora più complesso aprire pizzerie.

I trend delle regioni italiane

Lo studio di mercato della Confederazione nazionale dell’artigianato (Cna) e della piccola e media impresa, che ha analizzato tutte le attività che producono e/o distribuiscono pizza (panetterie, gastronomie pizzerie, rosticcerie pizzerie, pizzerie da asporto, bar pizzerie, ristoranti pizzeria) e presentato al Pizza Village di Napoli, rivela che tra il 2019 e il 2021 le attività inerenti alla pizza sono calate del 4,2%, vale a dire di 5.366 unità, scendendo nel complesso a quota 121.529. Il calo ha coinvolto maggiormente le regioni centro-meridionali. La regione – segnalano gli analisti – che ha subito il più brusco arretramento è la Campania, che ha perso il 41,1% delle attività, 7.173 in numero assoluto, precipitando a 10.263 pizzerie. A seguire, il Lazio (-34,8%), l’Abruzzo (-28,4%), la Sicilia (-14,8%), l’Umbria (-13%). Crescono invece la Basilicata (+102,6%), la Val d’Aosta (+75%), il Friuli Venezia Giulia (+59,8%), il Trentino Alto Adige (+39,5%).

La Lombardia si aggiudica il podio

Trend più che positivo per le grandi regioni settentrionali, in particolare la Lombardia incrementa complessivamente il numero delle attività legate al mondo della pizza di 3.489 unità (+24,6 per cento) e scalza la Campania dal gradino più alto del podio, toccando quota 17.660 attività. Aumentano anche l’Emilia Romagna (+ 1.496 attività), Veneto (+ 1.268 attività) e Piemonte (+ 1.148 attività).

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Lo sceicco Al Thani fa sognare i tifosi del Napoli, la storia Instagram sibillina sul mercato

Una storia pubblicata - e poi rimossa - su Instagram dallo sceicco del Qatar Hamad Al Thani ha letteralmente...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria