La tragedia di Marco sconvolge Melito, la famiglia si dà forza in Dio: «La morte non distrugge…»

“Te ne sei andato molto presto, solo 17 anni. Avevi una vita avanti Gesù ti ha preso molto presto💔💔”, sono decine e decine i post, come questo, lasciati su Facebook per Marco Di Domenico, il 17enne di Melito morto nel tardo pomeriggio di ieri all’ospedale Cardarelli di Napoli. Troppo gravi le ferite riportate dal giovane a seguito del tragico incidente avvenuto la notte tra sabato e domenica tra Giugliano e Sant’Antimo. Il 17enne è stato investito, insieme alla fidanzata, da un’automobile su Via Appia. 

All’indomani della terribile notizia, che ha devastato l’intera comunità melitese, amici e parenti con dignità e decoro si sono chiusi nel più profondo dolore. Una fatalità che impressiona e che lascia sgomento. Molti, nelle ultime ore, i messaggi di cordoglio e solidarietà alla famiglia di Marco, che ha trovato in Dio la forza per affrontare questo terribile lutto. “La morte non distrugge, la fede in Dio vi dia la forza per affrontare questo dolore”, si legge sui social. “In questo momento non si trovano le parole giuste da dire, hai combattuto più che hai potuto. Adesso Dio deve dare tanta forza ai tuoi genitori e i tuoi fratelli sappiamo solo che sei tra le braccia Di Dio sei al sicuro. Marco, piccolo sei sempre nel nostro ❤”, scrive Simona.