Donnarumma
Gigio Donnarumma abbracciato da Di Lorenzo, Belotti e Florenzi

“Non ho esultato subito perché non avevo capito… Ero già giù per il rigore di Jorginho perché pensavo avessimo perso, ho guardato l’arbitro per capire se era tutto ok, poi quando ho visto i compagni venire verso di me non ho capito più niente…”. Gigio Donnarumma spiega così la mancata esultanza dopo il rigore parato a Saka che ha deciso la finale dell’Europeo tra Italia ed Inghilterra.

“Devo ancora realizzare tutto, la mia forza è sempre stata questa ha aggiunto il portiere della Nazionale a Skysport24E i complimenti di Mattarella e Draghi mi hanno imbarazzato”.

Castellammare in festa per Donnarumma

Sono stati centinaia i tifosi di Castellammare che hanno riempito la piazza centralle della città e le vie limitrofe. Adulti e bambini orgogliosi per Donnarumma, che con le sue parate ha deciso la finale con l’Inghilterra regalando all’italia l’Europeo atteso 53 anni. Bandiere e cartelloni con il volto di Gigio hanno tappezzato tutte le strade. Il portierone azzurro è infatti nato e cresciuto proprio nella città stabiese, che per l’occassione gli ha dedicato cori e caroselli.

“Donnarumma è il migliore portiere al mondo”. Mancini celebra Gigio dopo l’impresa di Wembley

Il CT Roberto Mancini ha esaltato Donnarumma in conferenza stampa: “Averlo per noi è una fortuna, ero sicuro che avrebbe parato un paio di rigori, è il migliore al mondo. Sono contento che sia dei nostri. È un ragazzo meraviglioso, un portiere incredibile”.

Donnarumma migliore portiere dell’Europeo

“Siamo stati straordinari. Siamo felici. Non abbiamo mollato di un centimetro. Sapete bene tutti da dove siamo partiti. E’ una cosa incredibile, siamo una squadra fantastica e ce lo meritiamo”. Sono le parole di Gigio Donnarumma dopo la vittoria di Euro 2020. Il portiere azzurro è stato eletto miglior giocatore del torneo dopo una straordinaria prestazione nella partita contro gli inglesi, culminata con la parata decisiva sul rigore di Saka. L’ex Milan ha voluto subito ringraziare Bonucci e Chiellini“È grazie a loro se l’ho vinto. Devo ancora migliorare, è un punto di partenza”.

Sempre sul premio ricevuto, Donnarumma ha risposto ad un paragone con Buffon“Gigione è il più forte di tutti, io cerco sempre di fare il massimo e farmi trovare pronto. Lui è il numero uno poi vedremo dove arriverò io”.

Sulla partita“Il gol subito all’inizio poteva ammazzarci ma quelli non siamo noi. Noi siamo quelli che non mollano mai. Quelli che stanno sempre attenti su ogni pallone. Non era facile ma siamo stati spettacolari, grandiosi. Ci meritiamo tutto questo”.

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.