Libri e vestiti potenzialmente cancerogeni sequestrati tra Napoli e provincia

Il comando della Guardia di Finanza di Napoli, nel corso di tre interventi, ha sequestrato tra Napoli, Volla e San Giuseppe Vesuviano oltre 5.500 articoli. Si tratta di libri di fiabe per bambini e capi di abbigliamento contraffatti. In particolare, è stato determinante il controllo avvenuto su un camion sulla Tangenziale di Napoli all’altezza dell’uscita di Capodichino. Un 53enne di Trieste trasportava 3.300 volumi senza la relativa documentazione fiscale che ne attestasse la provenienza.

I successivi approfondimenti condotti dai Baschi Verdi di Napoli hanno permesso di riscontrare che i libri, dal titolo «Sfida il Signor S con Luì e Sofì» erano non soltanto privi di qualsiasi collegamento con la casa produttrice, ma anche assemblati con materiali di scarsa qualità e potenzialmente cancerogeni. Il materiale avrebbe «fruttato» oltre 50.000 euro di guadagni.
Gli stessi Baschi Verdi, nel corso di due ulteriori distinti interventi, hanno individuato, in un maxi store di Volla e in un esercizio commerciale di San Giuseppe Vesuviano, 2.200 capi di abbigliamento con noti marchi contraffatti pronti per essere messi in commercio ingannando i consumatori. Sugli stessi era stato apposto illecitamente il logo dei youtuber «Me contro Te», particolarmente conosciuti tra i più giovani. Due persone denunciate.