Lite passionale ad Acerra, uomo accoltella l’amante della moglie sotto al Pronto Soccorso. Il video

Villa dei Fiori Acerra

Risse e coltellate al pronto soccorso di Villa dei Fiori ad Acerra. Borrelli:  “I protagonisti di queste violenze dovranno pagare caro. Unica soluzione è mettere presidi fissi di polizia all’interno dei pronto soccorso come chiediamo da anni.”

Ancora un episodio di violenza nato all’interno di un pronto soccorso. Stavolta è accaduto ad Acerra, nella notte tra il 13 ed il 14 giugno, all’interno del pronto soccorso del ospedale di Villa dei Fiori.

Sembra che una contesa fosse nata tra due persone, sotto l’abitazione di uno dei due, e che le frizioni siano poi proseguite all’ interno del pronto soccorso di Villa dei Fiori ad Acerra dove in poco tempo si è dato vita a scene da panico con una furibonda rissa a suon di pugni e coltellate.

Il pronto soccorso è stato completamente devastato, un uomo è stato arrestato per tentato omicidio e tre persone hanno subito ferite da arme da taglio.

“Una violenza assurda ed inaudita, avrebbe potuto scapparci davvero il morto questa volta. Chiediamo che tutti i protagonisti di questa orribile violenza siano puniti molto severamente e che siano obbligati a pagare i danni causati al pronto soccorso. Questi individui oltre a dare vita ad una violenza senza eguali, che ha messo in pericolo l’incolumità di pazienti e del personale medico. Ha distrutto un pronto soccorso, privando quindi i cittadini di servizi essenziali. Per tenere sotto controllo questo fenomeno non vi può essere altra soluzione che quella di far presidiare i pronto soccorso in maniera perpetua da forze di polizia come chiediamo da anni, gli ospedali devono diventare dei luoghi sicuri per tutti.” Ha dichiarato il  Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, membro della commissione sanità.

VIDEO

Risse e coltellate al pronto soccorso di Villa dei Fiori ad Acerra. Borrelli:  “I protagonisti di queste violenze dovranno pagare caro. Unica soluzione è mettere presidi fissi di polizia all’interno dei pronto soccorso come chiediamo da anni.”

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK