E’ stato condannato a 25 anni di carcere per aver ucciso e occultato il corpo di Luana Rainone, 31enne con cui aveva una relazione extraconiugale. La sentenza a carico di Nicola Del Sorbo giunge dopo una richiesta dell’ergastolo da parte del Pm che si è occupato della vicenda. A Del Sorbo sono state riconosciute le attenuanti generiche.

L’omicidio è avvenuto nel luglio scorso, mentre la salma fu ritrovata dopo giorni a Poggiomarino in un terreno non lontano dall’abitazione del killer. Luana, donna sposata e mamma di San Valentino Torio, avrebbe voluto rivelare tutto alla moglie di Del Sorbo che così l’accoltellò mortalmente.

Secondo la ricostruzione emersa in aula, la donna sarebbe stata colpita alla gola con un coltello da cucina al culmine di una lite. Poi Del Sorbo avrebbe occultato il cadavere, avvolgendolo in una coperta e lanciandolo in un pozzo nelle campagne di Poggiomarino. È lì che i Carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore hanno recuperato il corpo di Luana Rainone, la 31enne uccisa per motivi sentimentali. L’uomo confessò quando il cerchio si strinse intorno a lui, ammettendo le proprie responsabilità. E sarebbe stato proprio lui a condurre i militari nel luogo dove avrebbe occultato il cadavere della 31enne, in un pozzo non lontano da una casa diroccata in via Fontanelle nel Comune di Poggiomarino.

Pubblicità