Luigi Borrelli, 2 anni dalla morte. Il papà: “La tua voce non c’è più”

A sinistra Luigi Borrelli, a destra il papà
Sono passati due anni dalla tragica morte di Luigi Borrelli. il 18enne di Ponticelli perse la vita in un incidente stradale. A ricordarlo è il papà con una lettera. “Due anni dal tuo ultimo Ciaoma’ poi è sparito per sempre! Ma questo è un saluto normale, di quelli che un figlio ti dice mille volte al giorno e tu non ci fai caso”, scrive il papà di Luigi Borrelli.
“Ti scivola addosso mentre stai facendo le faccende più inutili, lo dai per scontato. Anzi non ci pensi nemmeno, quasi non lo registri perché non sai ancora che quel saluto è un addio, è per sempre. Ma non me lo poteva dire, almeno io ero più attenta, cercavo di imprimerla nell’anima quella parola con tutto l’audio per poterla poi risentire quando la disperazione si impadronisce di me. E invece niente, non riesco a ritrovarla. Mi ci aggrappo a quella parola, mi sembra di poterla udire di nuovo, con la tua voce e invece no, la tua voce non c’è, la posso solo immaginare Ciaoma’”. Poi un appello: “Vorrei tanto far capire ai ragazzi se veramente amate i vostri genitori stare attenti perché una semplice distrazione può devastare la vostra famiglia e chi avete con voi”.

L’incidente a Luigi Borrelli

Il drammatico incidente è avvenuto su via Mastellone, a Barra. Un autocarro di piccole dimensioni ha perso il controllo schiantandosi contro il muro perimetrale della carreggiata.

A bordo del mezzo vi erano tre ragazzi tutti originari di Ponticelliì. Tra questi c’era anche il 18enne Luigi Borrelli (figlio di Arturo alias Diego Esposito) che ha perso la vita sul colpo. Con lui c’erano altri due giovani, un 17enne ed un 18enne. L’autocarro perse il controllo e oltrepassò lo spartitraffico al centro della strada, finendo sulla corsia opposta e schiantandosi nel muro della carreggiata.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.