“Poteva esplodere tutto”, scoperto nel Casertano capannone con una tonnellata di ordigni

I carabinieri della Stazione di Maddaloni, in quel centro, hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per detenzione illegale di materiale esplosivo e ricettazione in concorso, di Buoncammino Antonio,cl. 1959, residente a Tagliacozzo, Castagna Giovanni, cl. 1982, residente a Maddaloni  e denunciato in stato di libertà, per i medesimi reati, anche una ventinovenne di Mondragone.

I militari dell’Arma, a seguito della perquisizione domiciliare eseguita unitamente a personale Artificieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Caserta, hanno rinvenuto e sequestrato, all’interno di un capannone adibito a deposito, 1 tonnellata di ordigni di cui 550 kg già imballati per la spedizione, 50 kg di polvere da pirica e percursori per miscela esplodente per 100 kg..

Gli arrestati sono stati accompagnati agli arresti domiciliari, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.