Mario Giuffredi
Mario Giuffredi e i suoi assistiti: Elseid Hysaj, Mario Rui, Di Lorenzo, Cristiano Biraghi, Jordan Veretout e Gennaro Tutino

Il comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica partenopea, ha sequestrato, su disposizione del Gip del Tribunale di Napoli, disponibilità finanziarie su conti correnti bancari per oltre 1.600.000 euro a una società che cura gli interessi sportivi e l’immagine di calciatori professionisti. Il legale rappresentante ed altri cinque responsabili sono indagati per dichiarazione fraudolenta ed emissione di fatture per operazioni inesistenti.

Fatture False, nei guai Mario Giuffredi: è il procuratore di Hysaj, Di Lorenzo e Rui

Nel mirino della Finanza la Marat Football Management, società del procuratore Mario Giuffredi. Questi cura gli interessi sportivi e l’immagine di calciatori professionisti di serie A. Tra loro figurano i difensori Elseid Hysaj, Mario Rui, Di Lorenzo, Cristiano Biraghi, il centrocampista Jordan Veretout e l’attaccante Gennaro Tutino (nessuno dei quali è coinvolto nell’inchiesta).

Fatture false per 3 milioni di euro

In particolare, il nucleo di polizia economico finanziaria di Napoli ha raccolto elementi tali da far ritenere che la stessa società avrebbe utilizzato fatture false per gli anni 2018 e 2019. Il tutto per un importo complessivo di oltre 3.000.000 di euro, con un conseguente illecito risparmio di imposta di circa 1.600.000 euro.

Il sistema fraudolento veniva perpetrato attraverso l’emissione di fatture da parte di compiacenti associazioni sportive dilettantistiche per fittizie prestazioni fornite alla società indagata e, al fine di dare parvenza di effettività all’operazione, la società utilizzatrice avrebbe effettuato i pagamenti attraverso bonifici sui conti correnti delle emittenti. Subito dopo, le somme sarebbero state prelevate, quasi sempre in modo frazionato, e restituite – tramite una serie di complici – al rappresentante legale della società utilizzatrice.

Quando Mario Giuffredi attaccò Sarri: «Non è in grado di gestire una big» [ARTICOLO 24 OTTOBRE 2017]

Mario Giuffredi, procuratore di Mario Rui, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Si gonfia la rete, trasmissione in onda sulle frequenze di Radio CRC. “Se può giocare contro il Genoa? Innanzitutto, prima di adesso non era pronto per giocare, mentre oggi lo è. Siamo ad ottobre, sono passati due mesi e mezzo dal suo arrivo, ha lavorato benissimo con la squadra. Prima sarebbe stato esposto a delle figure non belle e il mister ha fatto bene a non usarlo. Ghoulam, poi, è tra i primi in Europa per rendimento, l’ha fatta da padrone. Contro Manchester e Inter non è stato il solito Faouzi, mi auguro che tra Genoa e Sassuolo lasci spazio al mio assistito. Sapete, però, come la pensa Sarri. Ora Mario è in grado di giocare una gara intera e dare il proprio contributo. Per riprendere la condizione totale, non bastano gli allenamenti: deve giocare. Se non gioca, rientrerà tra altri due mesi. Per accorciare i tempi per essere al top, deve mettere minuti nelle gambe”.

“In passato – continua Mario Giuffredi – ha dimostrato a tutti il proprio valore. Ha cinque anni di contratto, Ghoulam magari resterà a Napoli due o tre anni. Sarri difficilmente cambia le proprie idee, per me non è giusto ma andrà avanti per la sua strada. Il Napoli è la squadra che, tra le grandi, fa meno turnover in assoluto. Le altre usano 16-17 giocatori, non 12-13. Questo è il modo di lavorare di Sarri, non cambierà mai. Il tempo ci dirà quanto sarà un limite. Così, il Napoli sarà l’ultima big in termini di turnover. La gestione di una big deve essere simile a quella di Juve o Manchester. Non condivido la scelta che fa Sarri, alla lunga vedremo chi ha ragione. Il Napoli ha qualità in tutti i reparti, ma ruota poco”, così Mario Giuffredi.

SE VUOI RESTARE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.