Mazzette per gli appalti, agli atti anche cena con De Luca: indagato sindaco di Salerno e arrestato consigliere regionale
Mazzette per gli appalti, agli atti anche cena con De Luca: indagato sindaco di Salerno e arrestato consigliere regionale

C’è anche una cena a cui ha partecipato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, tra gli atti dell’inchiesta della Procura di Salerno. Gli investigatori hanno documentato che il governatore (che non è in nessun modo coinvolto in questa vicenda), a febbraio 2020 ha partecipato ad una cena in un ristorante di Salerno insieme, tra gli altri, con i rappresentanti di alcune società cooperative salernitane.

L’incontro, secondo la Procura di Salerno, era stato organizzato da Fiorenzo Zoccola che oggi è finito in carcere nell’ambito dell’inchiesta che ha portato agli arresti domiciliari anche il consigliere regionale Giovanni (Nino) Savastano ed il dirigente del settore Ambiente del Comune di Salerno, Luca Caselli.

Zoccola, secondo l’accusa, oltre ad essere presidente di una cooperativa sociale sarebbe stato il gestore di fatto di diverse altre cooperative che si occupano della manutenzione del patrimonio comunale a Salerno.

Nel corso delle indagini, a seguito della perquisizione effettuata nella sede della cooperativa sociale Terza Dimensione, è stata rinvenuta la fattura emessa dal ristorante di Salerno che ospitò la cena a febbraio 2020, per un importo di 650 euro pagati con carta di credito della cooperativa. Gli investigatori hanno appurato che in quella data si tenne realmente una cena presso quel locale: circostanza confermata sia da alcune intercettazioni telefoniche avvenute nei giorni precedenti che attraverso un servizio di osservazione effettuato all’esterno del ristorante.

  “Spero che non si ritorni a dover ascoltare le scuse dopo magari 10 anni di una vicenda giudiziaria”. Così il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, ha risposto alle domande dei giornalisti a margine del Forum Francia-regioni meridionali, in relazione all’inchiesta sugli appalti truccati (indagate 29 persone, tra cui il sindaco di Salerno, arrestato un consigliere regionale). “Tranquilli tutti quanti – ha aggiunto De Luca – C’è un lavoro che è in corso, grande rispetto, serenità e grande fiducia.  Punto, tutto il resto è bene toglierlo di mezzo”. 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.