Il prossimo weekend coinciderà con i cosiddetti “giorni della merla”, il periodo più freddo dell’anno. Un weekend che, secondo le previsioni, rispecchierà la tradizione portando temporali, freddo e neve in tutto il paese. Prepariamoci all’ennesimo weekend travagliato, questa volta a causa di un’intensa perturbazione atlantica che provocherà, tra sabato 30 e domenica 31 piogge e nevicate più intense del previsto.

Un vortice di bassa pressione, in avvicinamento al mar di Liguria piloterà sull’Italia una perturbazione. Registreremo un aumento della copertura nuvolosa già nella prima parte di sabato 30, segnatamente sulle aree settentrionali del Paese e sui settori tirrenici del Centro, anche se si manterrà abbastanza basso il rischio di precipitazioni.
Col passare delle ore il fronte perturbato si sposterà sempre più verso levante e, di conseguenza, il tempo peggiorerà già dalla prima parte del pomeriggio, con piogge più frequenti, a carico soprattutto di NordovestEmilia Romagna e Toscana. Ci sarà spazio pure per la neve che cadrà sui rilievi alpini centro-occidentali fino ai 1100/1300 m.

Ma le precipitazioni, anche a carattere temporalesco, non risparmieranno nemmeno i settori centro-meridionali tirrenici e, in particolare, le zone interne del Lazio, la Campania e la Calabria settentrionale. In particolare tra Campania, Basilicata e Calabria si registreranno nevicate, anche intense, sulla dorsale appenninica a bassa quota.

Nel pomeriggio di domenica e fino a sera, mentre assisteremo ad un graduale miglioramento al Nord e sul settore tirrenico del Centro, il brutto tempo proseguirà su molti tratti del Sud e specialmente sul basso Tirreno.

Sarà questo il preludio ad un inizio di settimana che vedrà un contesto meteo ancora piuttosto incerto, a causa dell’arrivo di un ulteriore fronte perturbato.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.