9.3 C
Napoli
lunedì, Gennaio 17, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

«Mi è morta tra le braccia», la tragedia di Chiara, morta a 24 anni per un’allergia


Morta per una reazione allergica. A Chiara Ribechini, lo shock anafilattico non ha lasciato scampo, ed è deceduta dopo aver mangiato in un ristorante. Distrutto dal dolore il fidanzato Nicola, che era con lei.

“Mi è morta tra le braccia. Stava malissimo. Abbiamo capito subito che non c’era un minuto da perdere. Dopo aver chiamato il 118, ho guidato a tutta velocità per andare incontro all’ambulanza. Volevamo accelerare i tempi, arrivare quanto prima in ospedale. Le ho aperto la bocca, ho provato a tirarle fuori la lingua per non farla soffocare. È stato tutto inutile”. Nicola ha poi spiegato che in quel ristorante ci andavano da sempre, e lo staff era ben consapevole delle intolleranze alimentari di Chiara. Per questo si sentivano sereni. “Per stare tranquilli, perché proprietari e staff ormai sono nostri amici e conoscono alla perfezione l’allergia al latte e alle uova di Chiara”.

Dopo cena però, qualcosa non va. Chiara inizia a respirare male, va poi in crisi respiratoria. Nulla ha potuto fare il kit di emergenza che aveva con se. E’ deceduta tra le braccia del fidanzato che, impotente, ha visto la vita abbandonare il corpo della donna che amava. Sulla tragedia indaga il pm della Procura di Pisa che ha aperto un’inchiesta. Lo stesso ristorante è stato posto sotto sequestro dai carabinieri, mentre la salma verrà sottoposta ad un’autopsia.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Ucciso di botte dal patrigno, ipotesi riesumazione per il piccolo Giuseppe

Potrebbe essere riesumata e sottoposta ad altri esami la salma del piccolo Giuseppe Dorice. Il bimbo di sette anni...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria