«Onore e passione, vero campione», Miano non dimentica Lello Perinelli

Fiaccolata nel quartiere Miano per ricordare Lello Perinelli, il 21enne ammazzato un mese fa con una coltellata al cuore infertagli da Alfredo Galasso, l’uomo di 31 anni di via Caprera come la vittima con la quale aveva litigato in una discoteca di Coroglio qualche giorno prima il terribile fatto. Dinanzi la chiesa Sant’Alfonso Maria de’ Liguori e San Gerardo di via Vincenzo Ianfolla campeggia lo striscione “onore e passione, vero campione, ciao Lello” già affisso durante le esequie un mese fa. C’è anche una gigantografia con l’immagine di Perinelli e il messaggio “A te che non respiri più con noi ma continui a vivere al nostro fianco”. Il responsabile dell’omicidio si trova ora in carcere dopo essersi costituito ai carabinieri di Casoria qualche ora dopo il delitto