Si chiamava Luigi C., il 17enne di Forcella ucciso questa notte a Napoli durante un conflitto a fuoco avvenuto a seguito di un tentativo di rapina da parte del minorenne.

Un conflitto a fuoco tra la polizia e due minorenni. Un giovanissimo rapinatore è morto colpito dai proiettili; l’altro arrestato: è il figlio di Genny la Carogna.

Il conflitto a fuoco si è verificato nella notte a Napoli, tra via Marina e via Duomo. Gli agenti della Polizia di Stato erano intervenuti per sventare una rapina ai danni di alcuni ragazzi minorenni quando è partita la sparatoria, al termine della quale un ragazzo di 17 anni è rimasto ucciso. La dinamica di quanto accaduto è ancora al vaglio degli inquirenti.

 

Secondo le prime informazioni, il giovane e un complice erano a bordo di uno scooter – successivamente risultato rubato – in via Duomo, nel centro storico, quando hanno avvicinato un’auto. I due rapinatori erano armati: uno di loro sarebbe entrato nella vettura ed è in quel momento che sarebbe arrivata la pattuglia dei Falchi della polizia.

Nel corso dell’azione, il poliziotto ha sparato ed uno dei giovani è rimasto ucciso. L’altro ragazzo, un diciottenne, figlio di Genni ‘a carogna, il noto ultrà partenopeo, è stato ferito e arrestato. Gli agenti hanno recuperato la pistola che avevano i due giovani banditi. Il cadavere del giovane portato all’obitorio

Seguici Sui Nostri Canali Social

Rimani Aggiornato Sulle Notizie Di Oggi

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.