13.1 C
Napoli
mercoledì, Dicembre 8, 2021
- Pubblicità -

Arriva “Most Wanted”, il nuovo singolo di Ohmaroo e Me3o per raccontare il riscatto di Varcaturo


“Restare fermi fisicamente e volare con la mente”. Facile a dirsi, meno a farsi. Fatta eccezione per Mirko Maroder, in arte Ohmaroo. Giovane di 28 anni, sguardo in prospettiva e idee chiare: questo l’identikit dell’artista di Varcaturo, emergente nella scena trap, che oggi lancia il suo nuovo singolo ‘Most Wanted‘. Insieme a lui collaborano il producer Vittorio Cacace, in arte Me3o (Mebo) ed il management Massimiliano Ferrara Marcantonio. E’ un brano che racconta di un territorio, quello di Varcaturo, martoriato dai pregiudizi ma che non molla, che con caparbia e costanza ogni giorno cerca riscatto e nuove possibilità. Un territorio che prova ad emergere, così come i suoi talenti. Ed oggi, è il giorno dei ragazzi di ‘Dna Studio‘, i quali hanno visto esordire il loro nuovo pezzo che parla e racconta. Ma andiamo con ordine.

L’autore: Ohmaroo

Ohmaroo nasce a Napoli ma la sua vita la vive a Varcaturo. Non a caso, il riferimento al luogo dov’è cresciuto è più che chiaro, nella traccia. E proprio come predetto, si risalta il riscatto, quello su cui ogni giovane si mette alla ricerca giorno dopo giorno. Nel nuovo singolo, ‘Most Wanted’, si parla di territorio ma soprattutto di rinascere e prendersi le rivincite“. Già, perché emergere qui vuol dire prendersi una rivincita, nei confronti di chi non si sa. Ma resta pur sempre una rivincita, magari verso la vita. Sfornare il proprio talento davanti a tutti e restare nel posto che ti ha custodito, non è cosa da tutti, anziE probabilmente con ‘Most Wanted’ Mirko è già riuscito nel suo intento, quello di trasmettere il suo messaggio al suo pubblico. 

In foto Ohmaroo durante le registrazioni del video ufficiale di ‘Most Wanted’

Perché andare via? Io ho sempre lavorato su questo: provando a viaggiare con la testa e restando qui fisicamente“. Ecco, adesso l’incipit dell’articolo acquisisce anche significato. Ohmaroo ovviamente va oltre, e continua a raccontarsi: “La passione per questo genere mi ha sempre accompagnato, ma il primo brano l’ho composto soltanto due anni fa. Ricordo che avevo poca manualità, poi con l’aiuto di qualche amico ho trovato i miei spazi”. Ed è così che Mirko emerge. Perché, negli ultimi due anni, sono 8 i brani che ha composto. Segno del duro lavoro e della passione che non solo ha dichiarato, ma che ha evidentemente mostrato. Oggi, per l’ennesima volta e con uno stile che sente, che gli appartiene: “Questo brano ha anche uno stile americano, che però si combina a quello napoletano. Proprio questo mix riesce a renderlo esplosivo, perché ascoltandolo lo si può quasi ballare”.

Il producer: Me30

Collaborazione. La parola, ma soprattutto il fattore chiave è forse il giusto attributo che si lega a ‘Most Wanted’. Perché è anche grazie a Vittorio Cacace che il nuovo brano riesce ad essere, come predetto, ‘esplosivo’. Ci pensa lo stesso a producer a spiegarne i motivi: Si fa riferimento ad una specie di inno. C’è l’utilizzo di trombe, di suoni orchestrali che riempiono la traccia di enfasi“. E qui, coerentemente, ci si aggancia alla definizione di inno. Si è partiti dalle radici, dal voler raccontare com’è vivere il proprio territorio, quello di Varcaturo, appieno. E lo si è fatto raccontandolo in modo carismatico. Grazie anche al suo lavoro. E proprio a Varcaturo, in piazza San Luca, sono state girate gran parte delle scene del videoclip.

Nella foto Me3o, nel corso delle riprese del video ufficiale di ‘Most Wanted’

Il brano: Most Wanted

Most Wanted è disponibile su Spotify e le piattaforme digitali. Dalla 14, invece, il ‘fuori ora’ su Youtube.

Infine, il saluto con allegata promessa: “Lavoriamo ad altri progetti. Perché noi vogliamo raccontare semplicemente ciò che siamo facendo quello che sappiamo fare“. E, che in fondo, si è capito: praticando quella che è la loro passione.

Grande soddisfazione anche per Massimiliano Ferarra ‘Marcantonio’, il quale precisa: “Noi siamo imprenditori, piano piano stiamo costruendo una bella squadra di ragazzi talentuosi con tanta voglia di esprimersi. La squadra è quel che conta, abbiamo tanti progetti da sviluppare, questo è solo l’inizio”. 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alessandro Pirozzi
Mi presento: mi chiamo Alessandro Pirozzi, sono nato a Napoli ed ho 23 anni. Sono iscritto all'albo dei giornalisti dal 2019 ed amo profondamente la comunicazione, specie quella digitale. Dopo essermi diplomato in un istituto alberghiero, ho iniziato a 18 anni il mio percorso lavorativo con InterNapoli.it nel 2016, collaborando anche in qualità di freelancer con diverse testate digitali come Blasting News. Ho scritto per 'Cronache di Spogliatoio', giornale sportivo online, e per la testata locale AbbiAbbè.it.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Il Covid non smette di uccidere, addio alla 14enne Martina: non aveva potuto vaccinarsi

Non ce l'ha fatta Martina, una ragazzina di 14 anni ricoverata dall'inizio di novembre in Rianimazione pediatrica all'ospedale Salesi...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria