Napoli. Focolaio covid nel comando della Municipale, arrivati i risultati dei tamponi

in quarantena 143 agenti municipale
Focolaio covid nel Comando

Focolaio covid nel comando della Municipale, arrivati i risultati dei tamponi. Completati tutti i tamponi agli agenti di Polizia municipale in servizio all’Unità Operativa di San Lorenzo-Vicaria-Pendino.

La sede di via Cesare Rosaroll è chiusa dalla fine della scorsa settimana per un focolaio da Coronavirus. I positivi al Covid restano ufficialmente 12, senza ulteriori casi riscontrati. In quarantena sono stati messi in totale 143 caschi bianchi su 150 circa in servizio al Comando.

I POSITIVI DOPO IL FOCOLAIO

I 12 agenti positivi sono oggi tutti asintomatici, dopo la scomparsa della febbre e altri sintomi che avevano colpito 3 del gruppo degli infetti nei giorni precedenti. Il comandante dell’Unità Operativa di San Lorenzo-Vicaria-Pendino Alfredo Marraffino, negativo anch’egli al tampone.

Il Comando dei vigili urbani di Napoli diretto dal generale Ciro Esposito e l’Asl Napoli 1 Centro si stanno ora coordinando per predisporre un tracciamento più possibile approfondito. Bisognerà comprendere quali e quanti contatti ci siano stati tra gli agenti della Municipale positivi al Covid e quelli negativi. Al fine di spegnere definitivamente il focolaio. Secondo quanto detto all’agenzia Ansa dal comandante Esposito l’Unità Operativa di San Lorenzo-Vicaria-Pendino potrebbe riaprire già nella giornata di oggi.

IL COMANDANTE DELLA MUNICIPALE

«Al momento – le dichiarazioni all’Ansa del capo dei caschi bianchi partenopei – stiamo vagliando, insieme con la Asl Napoli 1, i risultati dei tamponi – ha aggiunto – per verificare chi e’ negativo. Cosi’ fa poter riaprire, anche parzialmente, il reparto in questione che copre un’area molto ampia tra il Vasto e Porta Nolana.

Siamo stati sempre operativi anche durante il lockdown quindi abbiamo seguito la profilassi e il protocollo già’ sperimentati. La differenza rispetto ai casi precedenti è che qui abbiamo avuto 12 positivi» e dunque, «temendo che potesse trattarsi di un cluster abbiamo provveduto, in via precauzionale, a chiudere il reparto, porre in isolamento domiciliare fiduciario gli agenti e avviato una vasta campagna di screening, grazie alla Asl Napoli 1».

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.