E’ morta nella notte tra mercoledì e giovedì Chiara Pajola, la ragazza 19enne di Lavagno (Verona) che era caduta dall’altezza di quattro metri nel tentativo di salire su una tettoia alla funicolare di Castel San Pietro.

Per il padre si era trattato di una bravata, ma aveva sperato nel miracolo. Come riporta il Corriere del Veneto le condizioni della giovane, tuttavia, erano apparse subito gravi e dopo aver lottato al reparto Rianimazione di Borgo Trento per dieci giorni, la ragazzo è morta.

Chiara, dipendente di un bar della città, voleva saltare sul tetto della stazione della funicolare e dopo essersi messa in piedi in cima al muraglione, ha spiccato il volo. Ma quando era là, sopra le tegole, ha perso l’equilibrio all’improvviso ed è caduta di sotto da un’altezza di almeno quattro metri, battendo violentemente il capo sul marmo del pavimento della piazzola. Arrivata sul tetto, una tegola si sarebbe spezzata all’improvviso e lei, probabilmente, si è sbilanciata all’indietro senza nemmeno riuscire ad appoggiare le braccia in avanti per tentare di attutire l’impatto. La data dei funerali non è ancora stata fissata.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.