Un angelo è volato in cielo, muore medico impegnato nella lotta al Covid

(ANSA) – ALESSANDRIA, 09 APR – Il medico di origini libanesi Nabil Chrabie, 61 anni, è morto alla clinica Città di Alessandria, trasformata dal 19 marzo in Covid Hospital.

Muore medico era impegnato in prima linea nella lotta al Coronavirus

Positivo al coronavirus, le sue condizioni si sono aggravate nella notte ed è stato intubato, ma non ce l’ha fatta. Lo rende noto Giancarlo Perla, direttore generale della clinica dove il dottore lavorava. “Qui arrivano i malati più gravi – dice Perla – Chrabie è stato in prima linea dall’inizio. La sua scomparsa influisce sullo stato d’animo di tutti”. (ANSA).

 

(ANSA) – ALESSANDRIA, 09 APR – Il medico di origini libanesi Nabil Chrabie, 61 anni, è morto alla clinica Città di Alessandria, trasformata dal 19 marzo in Covid Hospital.

Muore medico era impegnato in prima linea nella lotta al Coronavirus

Positivo al coronavirus, le sue condizioni si sono aggravate nella notte ed è stato intubato, ma non ce l’ha fatta. Lo rende noto Giancarlo Perla, direttore generale della clinica dove il dottore lavorava. “Qui arrivano i malati più gravi – dice Perla – Chrabie è stato in prima linea dall’inizio. La sua scomparsa influisce sullo stato d’animo di tutti”. (ANSA).

 

(ANSA) – ALESSANDRIA, 09 APR – Il medico di origini libanesi Nabil Chrabie, 61 anni, è morto alla clinica Città di Alessandria, trasformata dal 19 marzo in Covid Hospital.

Muore era impegnato in prima linea nella lotta al Coronavirus

Positivo al coronavirus, le sue condizioni si sono aggravate nella notte ed è stato intubato, ma non ce l’ha fatta. Lo rende noto Giancarlo Perla, direttore generale della clinica dove il dottore lavorava. “Qui arrivano i malati più gravi – dice Perla – Chrabie è stato in prima linea dall’inizio. La sua scomparsa influisce sullo stato d’animo di tutti”. (ANSA).