Clienti beccati senza Green Pass a Napoli, multe in pizzeria e al ristorante
Clienti beccati senza Green Pass a Napoli, multe in pizzeria e al ristorante

Clienti beccati senza Green Pass a Napoli, multe in pizzeria e al ristorante. Gli agenti della Polizia locale effettuavano numerosi controlli negli esercizi commerciali sia per controllare il corretto uso della mascherina, che per verificare la regolarità dei Green Pass dei clienti. In particolare, gli agenti appartenenti all’Unità Operativa Chiaia effettuavano 19 controlli tra bar, ristoranti e palestre. A seguito dei quali si è riscontrato la regolarità dei Green Pass in 25 occasioni mentre, in 2 casi, in una pizzeria di Via Manzoni ed in un ristorante di via Posillipo, si è proceduto ad elevare verbale a carico dei responsabili, per l’omesso controllo del documento.

GLI ALTRI CONTROLLI A NAPOLI

Personale delle Unità Operative Avvocata, presso la Metropolitana di Montesanto, hanno accertato che all’interno della stazione non veniva effettuata la raccolta differenziata dei rifiuti. Gli agenti risaliti alla società appaltatrice per la gestione del servizio di pulizia della stazione, hanno contestato al responsabile la violazione commessa.

Le operazioni hanno riguardato anche alcune attività di somministrazione che operano nella zona di via Mezzocannone e via De Marinis dove sono sanzionate due attività, la prima per  la diffusione della musica in assenza del certificato d’impatto acustico, la seconda per occupazione abusiva di suolo pubblico.

Green Pass, il Governo: “I ristoratori non devono controllare l’identità dei clienti”

I ristoratori e gli altri gestori di attività devono controllare che i clienti siano muniti di Green Pass, ma non devono verificare la loro l’identità. È questo l’orientamento del Governo che sarà specificato nelle prossime ore con una Faq (risposta a domande frequenti) oppure nella circolare del Viminale.

Arriva dunque la precisazione del ministero dopo la protesta dei ristoratori che riguardava proprio la verifica sull’identità delle persone. Il chiarimento specifica che i gestori e i titolari dei locali non sono pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio. A loro spetta solo il compito di controllare se il cliente abbia o meno il Green Pass. In caso di controllo delle forze dell’ordine se l’identità del cittadino non corrisponde a quella indicata sul certificato può scattare la denuncia per falso.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.