I video della vergogna a Napoli, spari con la pistola da balconi e strade: l’inquietante “moda”

Armi sui social

Girano a decine sui social. I video degli spari – con pistola – a capodanno è diventata quasi una cosa di cui vantarsi. Dai balconi, dalle strade, sono sempre di più gli incivili che si fanno riprendere mentre, armati, festeggiano la fine dell’anno. A salve o cariche le pistole sono quasi diventate normalità. Anche quest’anno la rete si ritrova ad indignarsi, e in alcuni casi ad osannare, chi con incoscienza si autocelebra per un vero e proprio reato.
Tante le denunce in queste prime ore del 2021. Nonostante il bilancio dei feriti non sia paragonabile a quelli degli anni scorsi, restano gesti di incoscienza come quelli postati in giro per il web.

“Abbiamo ricevuto tante segnalazioni di video caricati on line assolutamente vergognosi  nei quali soggetti di vario genere  accolgono il nuovo anno sparando con pistole, vere o scacciacani, dai balconi di casa o per strada senza alcun timore di poter uccidere, ferire o procurare allarme in chi ha la sventura di abitare nei loro pressi. Diverse le denunce relative a questi episodi nel napoletano, che hanno visto protagonisti anche minorenni, raccolte dalle forze dell’ordine. E’ incredibile come questi personaggi ridono e scherzano mentre premono il grilletto o lo fanno premere a figli, fidanzate e parenti. Per poi mettersi in bella mostra sui social con i quali si autocelebrano  mentre compiono questi reati. E’ bene ricordare, infatti, che sparare in questo modo anche con repliche o scacciacani è reato per procurato allarme e per questo segnaleremo alle forze dell’ordine tutto il materiale disponibile on line. Resta tanta amarezza nel constatare che in tanti hanno dimenticato la tragedia di Vero Palumbo che 13 anni fa fu ucciso da una pallottola vagante a Torre Annunziata mentre festeggiava  tranquillamente in casa sua il Capodanno con i familiari. Un episodio drammatico che dovremmo tutti ricordare alla vigilia di ogni fine anno”. Queste le parole del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli.