Nino D’Angelo si emoziona a Domenica In: “Canto in dialetto perché sono fiero di essere napoletano”

“Io sono un napoletano fiero di esserlo. Per essere uomini veramente bisogna amare le proprie origini e io sono fiero di essere napoletano”. Questa la bellissima risposta data a Marino Bartoletti sul palco dell’Ariston a Domenica In, che gli chiedeva come mai, in tanti anni di Sanremo, lui si ostinasse a cantare sempre in napoletano.

Nino D’Angelo – Instagram

View this post on Instagram

Domenica in….

A post shared by Nino D'Angelo (@nino.dangelofficial) on

Inoltre, sul suo profilo Instagram, nelle stories, Nino D’Angelo ha postato alcuni video in cui si emoziona a salutare i tanti fans che l’attendevano all’uscita dei cancelli.

Nino D’Angelo sabotato a Domenica In

Hanno creato non poco imbarazzo i problemi registrati durante la trasmissione Domenica In, come da tradizione in onda sul palco del Festival di Sanremo. Arrivati al momento dell’esibizione di Nino D’Angelo e di Livio Cori, in gara con “Un’altra luce”, sono partiti gli inconvenienti.

Prima la base che non parte. Nino lascia il palco perplesso e rientra dopo la pubblicità. Per stemperare la tensione ha scherzato: “Noi andiamo a comprare un cd e cantiamo”.

Momenti interminabili di imbarazzo, tra l’orchestra che accenna musiche napoletane e la base che proprio non parte. Non c’è e Nino lascia ancora il palco dopo svariati tentativi, non senza qualche accenno di disappunto.

La scena, però, ha un lieto fine: dopo altre esibizioni degli artisti di Sanremo a Domenica In, la base si trova. Così, D’Angelo e Cori tornano sul palco. E Mara, al termine della canzone, fa alzare in piedi tutto il teatro. Poi, la “pace”: “Tu non sei solo Mara, tu sei Santa Mara”, scherza Nino.