32.3 C
Napoli
sabato, Luglio 2, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

“Orazio ha bisogno di sangue”, appello per il 17enne ricoverato all’ospedale del Mare


Migliorano le condizioni di Orazio Caliendo, giovane accoltellato da un gruppo di ragazzi a Brusciano. Il 17enne ricoverato all’ospedale del Mare ma è uscito dal reparto di terapia intensiva. Il Comune di Brusciano ha organizzato una raccolta di sangue per il giovane.

Miei cari Bruscianesi, grazie per la grande sensibilità e affetto che state dimostrando nei confronti di Orazio. Il nostro giovane concittadino mi ha dedicato un breve video per ringraziarmi, ma sono io a farlo per l’esempio di coraggio che sta donando a tutta la comunità. Per sabato stiamo organizzando una raccolta sangue con Avis, convenzionata con l‘ospedale del Mare, per consentire a chi non può spostarsi di contribuire con la propria donazione. Chi può recarsi all’ospedale del mare continui a farlo ! Noi lo faremo in un luogo simbolo, quello in cui Orazio è stato ferito così che da luogo di aggressione diventi luogo di rinascita. Orazio la tua Brusciano è con te!“, scrive il sindaco Giacomo Romano.

LE DONAZIONI IN PIAZZA

Il 25 giugno dalle 8 alle 12 sarà possibile donare sangue in piazza XI Settembre a Brusciano: l’iniziativa sarà curata dall’Avis e patrocinata dal Comune. Il sangue raccolto sarà poi consegnato al Centro Trasfusionale dell’Ospedale del Mare dove Orazio è ricoverato. Il 17enne è apparso in un video in cui ha ringraziato gli abitanti di Brusciano.

L’AGGRESSIONE CONTRO ORAZIO

Sabato un 16enne è stato fermato con l’accusa di tentato omicidio a seguito dell’aggressione avvenuta la notte tra mercoledì e giovedì 16 giugno in via Marconi, all’angolo con piazza XI Settembre a Brusciano. Sul posto erano intervenuti gli agenti del commissariato di Acerra per la segnalazione di una rissa tra alcuni giovani.

Alcune persone, indicando numerose tracce di sangue presenti sul manto stradale, avevano raccontato agli agenti che, poco prima, alcuni giovani avevano litigato per futili motivi e, dopo qualche ora, uno di loro, con un coltello a serramanico, aveva colpito un altro ferendolo gravemente.

I poliziotti sono riusciti ad identificare il responsabile e, presso la sua abitazione, hanno trovato dei capi di abbigliamento corrispondenti a quelli utilizzati durante l’aggressione. Il ragazzo ha reso ampia confessione davanti al pm e agli agenti. Al termine dell’udienza di convalida, il giudice per le indagini preliminari ha convalidato il fermo e disposto per il sedicenne la misura del collocamento in comunità.

“Amm’ abbuffat’ e cultellat’ a chilli llà”, si vantano in diretta Instagram

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Assalto a ‘Cala la Pasta’, sì all’incidente probatorio per Bosti junior

E' ritenuto uno degli autori dell'assalto al ristorante 'Cala la Pasta' di via Tribunali.  Patrizio Bosti, figlio di Ettore...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria