Orrore a Napoli, violenta una ragazza sotto minaccia di un coltello

Alle prime luci dell’alba gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Vicaria Mercato e del Commissariato Decumani hanno arrestato A.M.,37enne napoletano, per il reato di violenza sessuale e rapina aggravata.

I poliziotti, durante l’attività di controllo del territorio, sono stati allertati dalla Sala Operativa che aveva ricevuto al 113 la segnalazione da parte di una cittadina di urla femminili provenienti dall’atrio di un edificio ubicato nei pressi di via Largo ecce Homo.

Gli agenti, giunti prontamente sul posto, hanno trovato all’interno dell’androne di uno stabile una donna stesa sul pavimento e un uomo che le stava accanto, che brandiva un coltello da cucina in una mano , mentre con l’altra manteneva una borsa da donna con la tracolla spezzata.

I poliziotti hanno prontamente disarmato e bloccato l’uomo.

Grazie al tempestivo intervento degli agenti la violenza non si è concretizzata col rapporto sessuale completo.

Gli agenti hanno accertato che il 37enne si era avvicinato ad una ragazza che stava uscendo da casa , e, dopo averla trascinata a terra, sotto la minaccia di un coltello ,l’aveva palpeggiata toccando le sue parti intime.

La ragazza, nel tentativo di difendersi ,è stata ferita alla mano destra.

La vittima è stata soccorsa e portata successivamente in un presidio ospedaliero ,dove è stata dichiarata guaribile in 21 giorni per ferita da punta e taglio alla mano destra contusioni abrasive multiple

Il coltello è stato sequestrato e il Alle prime luci dell’alba gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Vicaria Mercato e del Commissariato Decumani hanno arrestato A.M.,37enne napoletano, per il reato di violenza sessuale e rapina aggravata.

I poliziotti, durante l’attività di controllo del territorio, sono stati allertati dalla Sala Operativa che aveva ricevuto al 113 la segnalazione da parte di una cittadina di urla femminili provenienti dall’atrio di un edificio ubicato nei pressi di via Largo ecce Homo.

Gli agenti, giunti prontamente sul posto, hanno trovato all’interno dell’androne di uno stabile una donna stesa sul pavimento e un uomo che le stava accanto, che brandiva un coltello da cucina in una mano , mentre con l’altra manteneva una borsa da donna con la tracolla spezzata.

I poliziotti hanno prontamente disarmato e bloccato l’uomo.

Grazie al tempestivo intervento degli agenti la violenza non si è concretizzata col rapporto sessuale completo.

Gli agenti hanno accertato che il 37enne si era avvicinato ad una ragazza che stava uscendo da casa , e, dopo averla trascinata a terra, sotto la minaccia di un coltello ,l’aveva palpeggiata toccando le sue parti intime.

La ragazza, nel tentativo di difendersi ,è stata ferita alla mano destra.

La vittima è stata soccorsa e portata successivamente in un presidio ospedaliero ,dove è stata dichiarata guaribile in 21 giorni per ferita da punta e taglio alla mano destra contusioni abrasive multiple

Il coltello è stato sequestrato e il 37enne arrestato e condotto presso la casa circondariale di Poggioreale.

L’intervento tempestivo della Volante e la segnalazione al 113 da parte di una passante hanno impedito che si concretizzasse la violenza sessuale.

La collaborazione della giovane donna è espressione di quell’auspicata partecipazione che il Questore De Iesu costantemente chiede ai cittadini per poter meglio realizzare l’obiettivo sicurezza.

arrestato e condotto presso la casa circondariale di Poggioreale.

L’intervento tempestivo della Volante e la segnalazione al 113 da parte di una passante hanno impedito che si concretizzasse la violenza sessuale.

La collaborazione della giovane donna è espressione di quell’auspicata partecipazione che il Questore De Iesu costantemente chiede ai cittadini per poter meglio realizzare l’obiettivo sicurezza.