Paura Coronavirus a Napoli, ma l’ordine dei medici rassicura: “In Campania non c’è focolaio”

«Abbiamo avuto rassicurazioni su quanto si sta facendo per ricostruire la mappa dei contatti delle persone risultate contagiate da coronavirus. La situazione in Campania è sotto controllo e non c’è ragione di credere che si tratti di un nuovo focolaio». I presidenti degli Ordini dei medici della Campania commentano «con soddisfazione» l’incontro che si è tenuto oggi con il presidente della Giunta regionale Vincenzo De Luca per fare il punto sull’emergenza coronavirus.

Dai presidenti degli Ordini provinciali – Giovanni D’Angelo (Salerno), Maria Erminia Bottiglieri (Caserta), Francesco Sellitto (Avellino), Giovanni Pietro Ianniello (Benevento) e Silvestro Scotti ( Napoli) – è stato chiaramente chiesto a De Luca la tutela della sicurezza per tutti gli operatori sanitari che sono chiamati a prendersi cura della salute dei cittadini sul territorio, negli ospedali, nei presidi sanitari e negli studi dei medici di medicina generale, di continuità assistenziale e per i medici di emergenza sanitaria. «A tutti – hanno detto i presidenti – va garantita la dotazione di protezioni individuali, così da consentire l’efficacia delle azioni di contenimento del coronavirus ed evitare che la prossima emergenza riguardi proprio i medici».

Da parte della Regione, spiegano i presidenti degli Ordini della Campania, è arrivato «il plauso per l’azione portata avanti da tutti i sanitari impegnati nell’assistenza ai cittadini e per quanto messo in campo dai medici della medicina generale che con un’attività di informazione intensa e una grande disponibilità a gestire le richieste degli assistiti tramite telefono, hanno prodotto una riduzione degli accessi impropri in pronto soccorso con punte superiori al 50%».