[Video]. Commando assalta un portavalori, una ‘schiuma speciale’ evita il super colpo

Commando assalta un portavalori, una 'schiuma speciale' evita il super colpo
Commando assalta un portavalori, una 'schiuma speciale' evita il super colpo

Un commando ha assaltato un furgone portavalori lungo l’autostrada A14, due chilometri dopo l’uscita di Cerignola Est, nel Foggiano, in direzione sud. A quanto fa sapere la polizia, il gruppo avrebbe esploso numerosi colpi di arma da fuoco e avrebbe lasciato sull’asfalto chiodi per forare gli pneumatici. L’autostrada è bloccata anche da alcune vetture date alle fiamme lungo la carreggiata tra Cerignola e Canosa di Puglia.

Assalto al portavalori: caccia ai banditi

Nell’assalto al portavalori non sarebbe rimasto ferito nessuno. Il colpo non è stato portato a temine, ma non è chiaro cosa ha disturbato i banditi, che sono fuggiti scavalcando il guard rail dell’autostrada, facendo perdere le proprie tracce. A bordo del portavalori viaggiavano tre guardie giurate. Ad agire, secondo fonti della polizia, un commando composto da almeno 8 malviventi, che hanno bloccato il traffico dando fuoco a tre autovetture messe di traverso e rovesciando a terra molti chiodi sull’opposta carreggiata, in direzione nord. Il commando ha esploso diversi colpi di arma da fuoco, verosimilmente con fucili kalashnikov.

Una speciale spuma ha avvolto le banconote

Si chiama ‘spuma block‘: è un sistema di protezione che avvolge le banconote in una resina resistente al taglio e alla bruciature. Grazie a questo meccanismo, spiegano gli investigatori, i rapinatori che lunedì sera hanno assalto il portavalori che viaggiava sull’autostrada A14 alla fine hanno rubato “solo pochi spiccioli“. Il mezzo della ditta Sicuritalia, di colore bianco, fermato tra Cerignola e Canosa di Puglia, nel Foggiano. Otto banditi armati con kalashnikov, che hanno sparato numerosi colpi, hanno cosparso l’asfalto di chiodi e hanno fermato la circolazione con auto incendiate, poi hanno circondato il portavalori.

Le ricerche

Quando la banda ha cominciato a tagliare il portellone del mezzo blindato con un flessibile, si è però attivato il sistema di protezione. Il vano che conteneva le banconote si è riempito in breve tempo della speciale spuma a presa rapida che non consente di fatto di rubare i contanti, perché forma attorno a essi una resina dura. I rapinatori del portavalori evidentemente a conoscenza del sistema di protezione, si sono dati alla fuga senza bottino. Secondo le indagini, ad agire potrebbe essere stata la stessa banda che lo scorso 24 luglio, nella stessa zona, ha tentato un altro assalto fallito per il passaggio in quel di un mezzo della polizia. La polizia di Stato da ieri sera è alla ricerca dei rapinatori anche con l’aiuto di un elicottero del reparto volo di Bari.

https://twitter.com/i/status/1292873941980250115

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.