Blitz dei Nas a Pozzuoli, controlli e sequestri in tre locali: carenze igieniche e irregolarità

(Immagine di repertorio - archivio InterNapoli)

I carabinieri del Nas di Napoli hanno proceduto a tre diverse ispezioni in altrettanti locali a Pozzuoli. Presso un ristorante etnico i militari hanno proceduto alla chiusura di un’area soppalcata interna al locale di circa 70 mq tecnicamente attrezzata per la somministrazione di alimenti e bevande, atteso la mancanza del titolo autorizzativo; l’ambito sociale 30 -, autorità amministrativa competente ad adottare provvedimenti in materia, su proposta del NAS di Napoli, fondata sugli esiti di una verifica igienico-sanitaria eseguita durante il mese di aprile presso un “gruppo appartamento” operante nel comune di Boscoreale, ha emesso un provvedimento, già notificato alla parte interessata, col quale ha disposto la sospensione ad horas del servizio sociale polivalente diurno, poiché mai autorizzato;

In via Lago d’Averno, i Carabinieri del NAS di Napoli hanno eseguito una verifica igienico sanitaria a carico di una struttura di ristorazione ivi operante, a conclusione della quale hanno proceduto a impartire prescrizioni inerenti alle non conformità rilevate all’interno dei locali in cui viene esercitata l’attività di somministrazione e sequestrare amministrativamente kg 60 di prodotti ittici e carnei privi di documentazione/indicazioni attestante la loro rintracciabilità alimentare;

In via Artico, i Carabinieri del NAS di Napoli hanno proceduto al sequestro di un locale adibito a deposito alimentare, già sottoposto a chiusura amministrativa il 1° febbraio u.s., in occasione di pregressa ispezione, perché abusivamente attivato e privo di minimi requisiti igienico-sanitari e strutturali, accertando, a carico del legale responsabile su generalizzato, l’inosservanza dell’inibizione ai fini lavorativi e produttivi dello stesso deposito.