Presunto patto elettorale con la camorra, scarcerato l’ex sindaco

Lascia il carcere Carmine Antropoli, ex sindaco di Capua ed ex primario della chirurgia al Cardarelli. Finisce agli arresti domiciliari, come disposto dal Gip Marcopido, dopo quasi sei mesi di cella, sulla scorta della istanza dell’avvocato Vincenzo Maiello, che assiste Antropoli assieme all’avvocato sammaritano Mauro Iodice.

Come è noto, Antropoli è finito sotto inchiesta in relazione al presunto patto elettorale per le comunali del 2016, vicenda per la quale è stato indagato per una ipotesi di concorso esterno in associazione camorristica. Il prossimo tre luglio Antropoli è a giudizio dinanzi al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.