Prima la lite sui social, poi il tentato omicidio: 15enne arrestato a Grumo Nevano

Lite sui social finisce nel sangue - Arresto a Grumo Nevano (Immagine di repertorio)

Una lite sui social è finita nel sangue a Grumo Nevano dove i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato per tentato omicidio e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere un 15enne incensurato del posto. Il minorenne, secondo quanto accertato, ha colpito un 19enne con un coltello, ferendolo alla base dell’orecchio destro. La discussione, iniziata sui social per motivi banali, è finita nel sangue quando i due hanno deciso di incontrarsi in Corso Garibaldi per chiarire.

La vittima ricoverata presso l’ospedale di Frattamaggiore “San Giovanni di Dio” non è in pericolo di vita. I Carabinieri hanno bloccato il ragazzo poco dopo il fatto. Nella sua abitazione i militari hanno rinvenuto e sequestrato un panno con evidenti tracce di sangue. I militari hanno appurato che l’episodio si è verificato in seguito ad una lite sui social. Il 15enne si trova ora presso il Centro di Prima accoglienza di Napoli Colli Aminei in attesa di giudizio.

Emergenza a Napoli e provincia

Due notti fa a Napoli si è consumato un vero e proprio giallo che ha visto come protagonista un giovane che ha dichiarato di aver subito un’aggressione da un gruppo di ragazzi in seguito ad una lite. L’episodio si è verificato intorno all’una e mezza sul lungomare napoletano. Il 28enne si è rifugiato in un noto chalet di Mergellina con una vistosa ferita d’arma da taglio alla gamba. E’ stato proprio il giovane a confidare ad alcuni testimoni di essere stato accoltellato in seguito ad un diverbio per futili motivi nei pressi del molo Luise.

Dopo i primi minuti di choc, l’uomo è giunto all’ospedale Fatebenefratelli di Napoli dove ha ricevuto le cure del personale medico. Il referto ha confermato la ferita da arma da taglio, poi suturata dai medici.

E’ stato proprio il personale medico, come da prassi, ad allertare i carabinieri dell’accaduto, ma al loro arrivo il giovane aveva già lasciato l’ospedale.