Sono due gli indagati per la morte di Annamaria Mantile, la prof di Napoli deceduta quattro giorni dopo la prima dose del vaccino anti Covid. La 62enne del Vomero, insegnante di inglese, è morta lo scorso 2 marzo, alle 13.30. Come riportato dall’edizione di oggi de Il Mattino, due medici che aveva contattato Mantile sono stati iscritti nel registro degli indagati. Questo pomeriggio alle 17, si è svolta la cerimonia di saluto nella Cappella dei Cangiani. L’inchiesta punta a chiarire la correttezza delle procedure eseguite dall’Asl nella inoculazione del farmaco AstraZeneca, l’eventuale innesco di reazioni e se ci sono stati profili colposi nell’assistenza successiva, dalla correttezza della diagnosi alle terapie indicate fino al decesso avvenuto martedì scorso.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.

Pubblicità