Professoressa derisa sul web, gli studenti ora chiedono scusa: “Non ci saranno denunce”

Da giorni gira sul web un video di circa 4 minuti in cui una professoressa del liceo Regina Margherita di Salerno viene derisa dai suoi studenti. Durante il filmato, risalente a qualche mese fa, la donna viene presa in giro dagli studenti per le sue esitazioni su un cognome. Il web intanto si è diviso tra chi condanna i responsabili e chi, invece, ritiene che la donna, in evidente confusione, non fosse in grado di gestire la classe e, dunque, la pubblicazione del video viene giustificata come la documentazione di un’anomalia.

Per Angela Nappi, preside dell’istituto, la diffusione in rete di video a ripetizione che riprendono una professoressa della scuola derisa da alcuni studenti è opera di una persona «estranea» alla scuola, probabilmente un «adulto», che a colpi di visualizzazioni punta a macchiare l’immagine storica di un liceo di oltre 1.200 studenti. A riportarlo è ‘Il Mattino’.

In ogni caso saranno presi dei provvedimenti disciplinari nei riguardi degli studenti che hanno ripreso la professoressa senza il suo consenso. «Gli studenti hanno fatto il loro mea culpa – dichiara la preside – il primo è stato l’allievo del video in cui si immortalava l’appello in una classe. Il ragazzo ha chiesto scusa». Durante un colloquio tra la Nappi e la docente, questa si è detta scossa e mortificata per quanto accaduto. Nonostante ciò avrebbe deciso di non sporgere denuncia.