Prostitute a 15 anni, avvocati e professionisti tra i clienti: la scoperta de ‘Le Iene’

Un bed&breakfast come se ne vedono tantissimi, ma quello in Bari centro, oltre alle camere, nasconde qualcosa di ben più losco. “Le Iene” hanno scoperto il gestore di un b&b che sfrutta la struttura per incontri tra uomini adulti e ragazze minorenni. E l’approccio è sempre lo stesso: un annuncio su internet in cui si cerca “una giovane lei. Bella riservata e interessata a incontri fissi”.

Così il “tenutario” del bordello reclutava le nuove ragazze – e ragazzine – da proporre ai suoi clienti, chiedendo loro foto per aggiungere al suo catalogo e promettendogli un guadagno tra i 1500 e i 2000 euro a settimana. Non solo, perché non si occupa meramente di organizzare gli incontri e chiedere cosa siano disposte a fare le ragazze coi clienti, ma chiede anche di consumare lui stesso.

Prostitute minorenni Bari Le Iene

La complice de “Le Iene” svicola e lui si arrende, ma poi Veronica Ruggeri si presenta di persona a chiedergli spiegazioni. “Non è quello che sembra – prova a giustificarsi – ho messo su questi appartamenti in affitto per gli incontri dei turisti o delle coppie di turisti. Tutta gente per bene”. Questa la spiegazione – scricchiolante a dir poco – del gestore: “Non mi fate passare per un pedofilo” ha poi detto, incalzato dalla giornalista.

Prostitute minorenni Bari Le Iene: il video

Una complice de ‘Le Iene’, che si dichiara 15enne, prova a entrare nel giro di “professionisti maturi”.

Tutto in alloggi separati di un bed and breakfast, con foto da inviare ai clienti. Il gestore però vuole “testarla”. Le tariffe? Decide la ragazza. Tipo: 150 euro (25 andranno al tenutario).

Il “gestore” gli chiede se “fa tutto”, se bacia, se lo fa anche senza preservativo. A questo punto interviene la Iena e lui fa subito retromarcia negando qualsiasi sfruttamento della prostituzione.

Il video

Il servizio ha destato molto scalpore, portando “prostitute minorenni Bari” in cima alle ricerche sul web.