“Qui mozzarella di bufala”, ma il prodotto non è Dop: multa di 4mila euro alla negoziante

Immagine di repertorio

Il cartellone fuori dal negozio di Tufino pubblicizzava «mozzarella di bufala» ma il latte da cui provenivano quelle mozzarelle era stato prodotto in un caseificio non ricadente in zona d.o.p.

Lo hanno scoperto i carabinieri della stazione forestale di Roccarainola durante un controllo sulla vendita di prodotti di origine d.o.p. e i.g.p.
Alla titolare del negozio i militari hanno comminato una sanzione amministrativa di 4000 euro per aver pubblicizzato in modo non corretto un prodotto evocandone, invece, uno protetto da denominazione d.o.p.