Rapine a mano armata tra il Napoletano e il Casertano, 3 colpi in meno di un’ora

rapina armata

I carabinieri della tenenza di Caivano hanno tratto in arresto in flagranza di reato Giuseppe Morsino, un 32enne del luogo già noto alle forze dell’ordine che con la minaccia di una pistola e in sella a uno scooter con la targa coperta da nastro adesivo si spostava velocemente tra i paesi dell’hinterland a nord e quelli del limitrofo  casertano.

Una l’aveva commessa a Marcianise ai danni del distributore sulla s.s. 87 nella zona industriale ed aveva costretto il titolare a consegnare l’incasso; poi a Cardito, ove aveva tentato di rapinare un bar in piazza Garibaldi ma non era riuscito nell’intento perchè la vittima si era allontanata con i soldi addosso abbandonando il locale.

Poi si era diretto in località Pascarola presso un altro distributore di carburanti. anche in questo caso si era impossessato dell’incasso.

Subito dopo i militari dell’Arma sono intervenuti d’urgenza in zona dopo aver ricevuto segnalazione con richiesta di aiuto al 112. L’uomo si stava allontanando in sella allo scooter seguito dall’ultima vittima. A un certo punto ha perso il controllo del mezzo ed è finito a terra. Ed è lì che i carabinieri lo hanno perquisito e trovato in possesso di una pistola scenica semiautomatica privata del tappo rosso e di 168 euro in banconote di vario taglio ritenute provento delle rapine. Ora l’arrestato è a Poggioreale.