Il Garante per la protezione dei dati personali ha adottato un provvedimento con il quale ha “avvertito” formalmente la Regione Campania che il sistema di certificazione di avvenuta vaccinazione, guarigione o negatività – promosso dalla Regione come condizione necessaria per la fruizione di innumerevoli servizi come quelli turistici, di wedding, trasporti e spettacoli – viola la normativa sulla privacy. Il sistema è previsto da un’ordinanza del Presidente della Campania che demanda all’Unità di crisi regionale la definizione delle modalità operative e la distribuzione di smart card su cui saranno registrati i pass Covid regionali.

Card per i vaccinati in Campania, De Luca: “Stamperemo altre 4 milioni di tessere, a cosa serviranno”

Ad oggi «abbiamo distribuito centomila card di avvenuta vaccinazione, stamperemo altre 4 milioni di card. Credo possa essere una cosa importante dare una garanzia, dimostrare che abbiamo zone, comuni, operatori turistici che possono garantire sicurezza. È una carta in più». Lo ha detto, in diretta streaming agli Stati generali del Turismo, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca.

Al ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, dice di avere «uno stato d’animo di fiducia» nei confronti del nuovo governo, «certo poi bisogna vedere i fatti». E ribadisce il punto di lotta della Campania in merito alla campagna vaccinale: «l’affermazione di un criterio semplice, un vaccino per ogni cittadino». «Mi auguro che a partire da fine marzo, dopo che avremo completato gli ultra ottantenni e gli operatori socio sanitari, questo criterio sia seguito e la Campania possa recuperare le dosi di vaccino in meno che ha ricevuto», ha concluso.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.