28.5 C
Napoli
mercoledì, Maggio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Rissa a Napoli, i fan riconoscono Laura la Divina dopo il volo della parrucca


Rissa a Napoli, i fan riconoscono Laura la Divina dopo il volo della parrucca. Sabato scorso il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli ha denunciato una rissa avvenuta Napoli e, probabilmente, verificatasi giorni prima dalla segnalazione. Dalle immagini è possibile riconoscere la tiktoker napoletana, molto nota sui social per le sue sboccate apparizioni.

Dopo la pubblicazione delle violente immagini tanti fan hanno riconosciuta la 40enne, infatti, le hanno scritto tanti messaggi di solidarietà. La trans partenopea è stata protagonista del videoclip di È nu juorno importante di Lino Calone ma, già in passato, ha raccolto migliaia di like alla luce della pubblicazione dei suoi contenuti.

IL VIDEO DELLA RISSA DI LAURA LA DIVINA

Il video della rissa, avvenuta nei pressi di piazza Garibaldi, è stato pubblicato sulla pagina Facebook del politico: “Consigliere, guardi che vergogna. Una rissa in strada tra Tiktoker. Davanti a tutti, c’erano anche bambini”. Dalle immagini è possibile distinguere due persone che si sono aggredite a suon di schiaffi e che, reciprocamente, si sono strappate le parrucche dalla testa.

Rissa tra clochard ai giardinetti di via Cesareo Console, la denuncia di Borrelli

Nei giorni scorsi Borrelli ha segnalato un’altra rissa: “La questione senza tetto di Napoli è da troppi anni inaffrontata e sta creando delle conseguenze pesanti per il decoro, la sicurezza e la vivibilità cittadina. Le tristi immagini della rissa avvenuta in via Cesareo Console tra clochard ha riportato alla ribalta la questione ed è ora che intervengano i servizi sociali del Comune. I senza tetto non possono appropriarsi di importanti porzioni di città e vivere all’interno dei monumenti. Ormai la galleria Principe di Napoli è una casa per molte di queste persone, così come la stazione centrale o diverse fermate della metropolitana, o ancora i porticati di via Duomo”.

“Queste persone devono essere accudite all’interno di aree predisposte dal Comune di Napoli, luoghi sicuri che restituiscono anche dignità a queste persone. Non è accettabile che i clochard vengano abbandonati a loro stessi con conseguenze così pesanti per tutta la città. L’Amministrazione Comunale deve intervenire in modo deciso per risolvere questa annosa vicenda”. Queste le parole di Francesco Emilio Borrelli, Consigliere Regionale di Europa Verde.

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

S. Antimo. M5S assente alle urne, Di Matteo: “Pd bugiardo, ho rifiutato anche la candidatura a sindaco”

La vicenda della mancata presentazione della lista del Movimento Cinque Stelle si arricchisce di nuovi retroscena. A svelarli è...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria