Sulla sinistra Serena Rossi, sulla destra l'amata nonna in una foto di tanti anni fa
Sulla sinistra Serena Rossi, sulla destra l'amata nonna in una foto di tanti anni fa

Grave lutto per l’attrice napoletana Serena Rossi. La madrina del Cinema di Venezia nelle scorse ore ha affrontato la perdita della nonna. Uno scatto che ritrae la donna in una foto in bianco e nero, con la scritta “Radici” accompagnano la notizia della dolorosa scomparsa, così su Instagram Serena Rossi ha dato la notizia ai suoi followers. Poi la foto di uno sprazzo di cielo con scritto: “Neanche la più grande distanza riuscirà mai a separare i cuori di una famiglia unita”.

Serena Rossi orgoglio napoletano, sarà la madrina alla Mostra del Cinema di Venezia [ARTICOLO 29 APRILE 2021]

Serena Rossi aprirà la 78/ma Mostra di Venezia nella serata di mercoledì 1 settembre 2021. La 36enne napoletana salirà sul palco della Sala Grande (Palazzo del Cinema al Lido) in occasione della cerimonia di inaugurazione. Guiderà quindi la cerimonia di chiusura sabato 11 settembre, in occasione della quale saranno annunciati i Leoni e gli altri premi ufficiali della 78. Mostra.

L’attrice napoletana era stata in concorso al Lido nel 2017 con “Ammore e Malavita” dei Manetti Bros, per la cui interpretazione vince un David di Donatello, un Nastro d’Argento e un Ciak d’Oro. Attrice di livello assoluto, vede la sua consacrazione nei panni di Mia Martini nel film “Io sono Mia”.

L’annuncio su Facebook di Serena Rossi

A dare l’annuncio sul suo profilo Facebook è stata proprio Serena Rossi: “Per un’attrice essere chiamata a rivestire il ruolo di Madrina della Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica di Venezia è un grande onore. So quanto sia stato difficile sorridere in questo ultimo anno e mezzo. Ma in questo momento così delicato, tenere vivo e forte il desiderio di tornare a fare quello che sappiamo fare, e di tornare a sorridere, è tutto.

“Sicuramente la chiusura dei cinema, dei teatri, l’impossibilità di godere di qualunque spettacolo dal vivo non ci ha aiutato a sorridere – continua Serena Rossi -. E forse mai come in questa occasione ne abbiamo sentito la mancanza e abbiamo capito la necessità vitale delle Arti che, ora più che mai, dobbiamo difendere, proteggere ed esaltare. Venezia78 vorrei ritrovare quei sorrisi dimenticati, vorrei che illuminassero le sale cinematografiche e tutti i luoghi del Festival. Vorrei che si riaccendessero sui volti di chi non ha potuto lavorare, ma che adesso può tornare a sperare, progettare, suonare, recitare, costruire scenografie, scrivere…”.

Serena Rossi passa infine ai ringraziamenti: “Ringrazio per la fiducia la Biennale di Venezia, il direttore Alberto Barbera e il Presidente Roberto Cicutto. Sarà un Festival importante e io ce la metterò tutta. Per tutti”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.