Sgominato traffico di droga tra la Campania e il basso Lazio 14 arresti
Sgominato traffico di droga tra la Campania e il basso Lazio 14 arresti

Sgominato traffico di droga tra la Campania e il basso Lazio: 14 arresti. Stamattina a Minturno, Vairano Patenora, Mantova, Teramo, Isernia, Roma e Napoli i militari della Compagnia di Formia, con l’ausilio di unità cinofile, davano a un’ordinanza emessa dal G.I.P. presso il Tribunale Ordinario di Roma nei confronti di 14 persone  tra cui una donna. Sono ritenuti componenti di una articolata e insidiosa organizzazione dedita al traffico di sostanze stupefacenti, radicata tra la Campania ed il Lazio.

I provvedimenti restrittivi riguardano 6 soggetti nei confronti dei quali si dispone la misura di custodia cautelare in carcere, 4 agli arresti domiciliari. Inoltre 2 sono stati sottoposti al obbligo di dimora e 2 all’obbligo quotidiano di presentazione alla Polizia Giudiziaria.  Dunque l’ordinanza cautelare emessa dall’Organo giudicante, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Roma.

DROGA A FORMIA E MINTURNO

Il gruppo criminale indagato aveva la base operativa/logistica nella frazione di Gianola e Santo Janni di Formia e nella frazione di Scauri di Minturno. Quindi organizzazione ritenuta nell’ordinanza cautelare responsabile di numerose attività illecite finalizzate al conseguimento del controllo diretto ed indiretto, nell’area d’influenza, del traffico di cocaina, hashish e crack proveniente dalla confinante Campania.

Quindi le Fiamme Gialle pontine nel corso dell’indagine, durata più di un anno,  accertavano che i vertici del sodalizio sono stati i mandanti di azioni di violenza per affermarsi sul territorio, eliminando la concorrenza, e per ottenere il recupero dei crediti vantati nei confronti dei vari pusher. Tale sodalizio è stato capace di gestire un complesso sistema economico illegale. Riusciva ad acquisire ingenti ed ingiusti profitti illeciti, grazie ai quali si garantiva la sopravvivenza e la prosperità dell’associazione.

SEQUESTRATE COCAINA, HASHISH, CRACK E PISTOLA

Infatti il gruppo malavitoso indagato conduceva in brevissimo tempo e con notevole abilità delinquenziale, l’acquisto e la successiva rivendita sul mercato locale di ingenti quantitativi di droga. L’attività permetteva di sequestrare 877 grammi di cocaina, 4,2 kg di hashish e 145 grammi di crack e una pistola calibro 7,65. Al riguardo, i rifornimenti del sodalizio criminale nelle zone del Sud Pontino avvenivano mediamente due-tre volte a settimane. In  alcune circostanze i confini di azione del gruppo delinquenziale si estendevano anche fuori regione presso Vairano Patenora e la provincia di Isernia

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.