minorenni carabinieri bossoli indagine clan contini
Foto di repertorio

Spari alla Sanità, uno dei minorenni feriti è figlio di un ras del clan Contini. Questa notte i carabinieri della compagnia Napoli Stella sono stati allertati da personale medico del Vecchio Pellegrini. Poco prima i giovani erano arrivati due minori di 14 e 15 anni. Entrambi feriti alle gambe da colpi di arma da fuoco.

Le ferite sono state ritenute guaribili in 15 e 12 giorni. Ai Carabinieri hanno raccontato di essere stati vittime di un tentativo di rapina, condotta alle ore una, nella zona “Vergini” del rione Sanità. Dunque iniziate le indagini in corso per ricostruire dinamica dell’evento.

LE INDAGINE SUI MINORENNI FERITI

Il 14enne ferito è figlio di un ras del clan Contini. Il padre dell’adolescente è Roberto Murano, ex braccio destro di Nicola Rullo. Quest’ultimo, dunque, è ritenuto uno dei  boss dell’Alleanza di Secondigliano che venne catturato dai carabinieri in una villa a Itri proprio insieme Murano. Si tratta dunque del ras condannato ad otto anni di reclusione nel luglio 2015 nel processo relativo al reimpiego dei capitali del gruppo del Vasto-Arenaccia a Roma.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Pubblicità