Stese a Napoli, sullo sfondo lo scontro tra i Caldarelli e l’ultimo ras dei Mazzarella

Gli spari segnalati la scorsa notte in via Carlo Celano, nella zona delle Case Nuove, avrebbero un’unica matrice: lo scontro in atto tra i Caldarelli, gruppo originario della zona, e gli ultimi ras fedeli ai Mazzarella, quelli riunitisi sotto l’egida dei Cuomo il cui leader, Antonio detto ‘Nas e can, fu arrestato ad inizio anno. Uno scenario che è diretta conseguenza dell’indebolimento dei Mazzarella, indeboliti sì ma non ridimensionati visto che, come anticipato mesi fa da Internapoli, il gruppo può ancora contare sull’apporto di giovani ras (di età compresa tra i 35 e i 45 anni) che potrebbero ridare vigore alle azioni della cosca del rione Luzzatti. Secondo le ultime informative delle forze dell’ordine il nuovo fronte caldo sarebbe costituito dalle Case Nuove dove i Mazzarella starebbero cercando, ancora una volta, di far valere il loro peso nella contesa contro i Caldarelli, da un anno a questa parte, in una situazione di non belligeranza con i Rinaldi.

Nella zona sarebbe appunto attivo un gruppo riconducibile al ras Antonio Cuomo detto ‘nas e can’, uno degli ultimi ad aderire alla cosca di Franco ‘o parent (Francesco Mazzarella ndr).