25.2 C
Napoli
sabato, Giugno 25, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Telefonini nelle celle e due tentativi di suicidio, è allarme nel carcere di Cassino


Due telefoni cellulari nascosti in carcere. A scoprirli, durante una perquisizione, gli agenti della polizia penitenziaria della casa circondariale di Cassino. I cellulari erano ben occultati al primo piano della terza sezione della casa circondariale.

A darne notizia, il segretario nazionale e regionale SAPPE per il Lazio, Maurizio Somma che ha espresso il suo apprezzamento al personale di polizia penitenziaria del carcere della città martire per il lavoro svolto: “Le carceri meritano la massima attenzione e soprattutto la necessaria attenzione deve essere posta nei confronti del corpo di polizia penitenziaria, un corpo dello stato garante dell’ordine e della sicurezza, che oggi più che mai grida a gran voce l’incremento di nuove risorse umane e l’integrazione di ulteriori mezzi, indispensabili per meglio svolgere il dovere quotidiano” -ha dichiarato Somma-.

Ieri mattina due tentativi di suicidio, nella Casa Circondariale San Domenico di Cassino, sono stati scongiurati dalla prontezza degli agenti di turno della Polizia Penitenziaria; poche ore e si torna a parla del carcere di via Sferracavalli, dopo il rinvenimento di due telefoni cellulari al 1 piano della Terza Sezione.

“Ennesimo ritrovamento di due telefoni cellulari presso la realtà penitenziaria – dichiara il segretario nazionale del Sappe Maurizio Somma.

In particolare verso le 23.00, durante una perquisizione presso il 1′ piano della Terza Sezione della Casa Circondariale di Cassino, i poliziotti penitenziari in loco ritrovano due telefoni cellulari occultati con fare scrupoloso.

Un particolare apprezzamento – continua Somma – deve esprimersi al personale di polizia penitenziaria della Casa Circondariale di Cassino che con fare attento e precipuo ha dato modo di ritrovare due telefoni cellulari accuratamente nascosti nella Terza Sezione dell’istituto.

Le carceri meritano la massima attenzione e soprattutto la necessaria attenzione deve essere posta nei confronti del Corpo di polizia penitenziaria, un Corpo dello Stato garante dell’ordine e della sicurezza che, oggi più che mai, grida a gran voce l’incremento di nuove risorse umane mediante ulteriori concorsi pubblici ed altresì l’integrazione di ulteriori mezzi, indispensabili per meglio svolgere il dovere quotidiano”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Prezzi di benzina e diesel, taglio di 30 centesimi fino ad 2 agosto

Il taglio sul costo della benzina è prorogato fino al 2 agosto. Al via il decreto interministeriale siglato dal...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria