Vergogna a scuola. Ragazzo malato vittima dei bulli, i professori lo deridono in classe

Per due anni lo hanno preso in giro, malmenato. Lo deridevano a scuola, riprendendo gli scherzi col cellulare per condividerli su whatsapp. Parla di questo la denuncia del padre di uno studente di 13 anni di una scuola Media delle Valli di Lanzo, nel Torinese.

Il ragazzo, affetto da diabete dall’età di 8 anni e da disturbi dell’apprendimento, sarebbe stato deriso e, in due occasioni, anche picchiato dai compagni di scuola. La denuncia riguarda anche l’atteggiamento di alcuni insegnanti: uno avrebbe letto ad alta voce, davanti a tutta la classe, gli errori commessi dal ragazzo in una verifica.

Un altro -stando a quanto riportato dalla notizia ripresa da Leggo.it–  lo avrebbe deriso perché mangiava troppo e avrebbe ironizzato sulla sua malattia. Lo scorso gennaio, un compagno gli avrebbe sbattuto la testa contro il muro e altri gli avrebbero preso a calci lo zaino, rompendogli le penne di insulina per le terapie. Sulla vicenda indagano i carabinieri.