Tragedia in Campania. Fidanzata coperta di sangue gridava: “Aiutatemi, salvate Claudio”

Ha ucciso Marco Zaccaria ed ha accoltellato alla gola la ragazza, ma Gianmarco Gimmelli lotta per vivere all’ospedale Moscati di Avellino. Come riporta il sito Ottopagine gli inquirenti stanno indagando sul drammatico evento di ieri che è culminato con il lancio dal balcone del presunto assassino.

Marco è stato colpito da circa 10 coltellate tra collo, volto e torace. L’allarme è stato lanciato dalla giovane, infatti, in tanti sono giunti sul posto. “Aveva un taglio alla gola abbiamo cercato di tamponare il sangue. Ci chiedeva di entrare in quella casa, di aiutare il suo ragazzo. Urlava, era in stato di choc. Non dimenticherò mai più quel suo viso così giovane e sporco di sangue, contratto dal dolore. Il dolore di sapere che il suo ragazzo era rimasto lì, e stava morendo. Stavamo andando dentro, ma i vicini ci hanno fermato. Ci hanno fatto notare che dalla casa arrivava un forte odore di gas. Abbiamo dovuto aspettare che staccassero l’erogazione nella zona” ha dichiarato ad Ottopagine il consigliere comunale Nicola Giordano, che abita lì vicino.