Napoli truffa
Prosegue la truffa del finto posto di blocco.

Allarme rapine con la tecnica del finto posto di blocco. Finti finanzieri questa volta in azione hanno fermato due uomini sulla Domiziana in direzione Napoli, ai quali hanno sottratto la cifra di 470 euro. La vittima è un radioascoltatore di Gianni Simioli al quale ha segnalato l’accaduto e l’ha riportata sulla sua pagina Facebook.

La segnalazione della truffa del finto posto di blocco

‘Ho appena ricevuto una “rapina” sulla Domiziana direzione Napoli. Ero con un mio dipendente a borgo del furgone quando due persone a bordo di un’Alfa Romeo 156 color verde scuro si affiancano mostrano un finto tesserino (spacciandosi per finanzieri) e ci fanno segno di accostare’‘, parte così la denuncia della vittima. Continua dichiarando che dall’auto è uscita una persona alta continuando a chiedere insistentemente i documenti. ”Ingenuamente glieli mostriamo e ci incomincia a dire che stavano alla ricerca di due rumeni a bordo di un furgone che stavano cambiando banconote false ad un distributore di benzina locale”, chiedendo il contenuto del furgone con i relativi attestati e fatture.

La sottrazione delle banconote

La vittima di Napoli insospettendosi chiede il tesserino ma alla domanda gli viene risposto: ”Se vuoi ti mostro la pistola”, per poi ‘puntare’ il dipendente della vittima. Alla seconda intimidazione gli mostra una fattura dove una ventina di minuti prima, i due, avevano incassato mille euro in contanti. Il truffatore alla vista del denaro chiede di vedere il numero seriale delle banconote, strappandogli i soldi dalle mani. ”Io me li riprendo tirandoglieli da mano ma nel frattempo aveva già preso 470€”.

La denuncia della vittima e la richiesta di far diffondere la notizia

Fabio, la vittima della truffa di Napoli, si dichiara fortunato che tutto sia andato per il meglio nonostante i soldi persi ed il grande spavento. ‘‘Queste segnalazioni hanno più riscontro se denunciate via radio o altri mezzi di comunicazione dato che la polizia può fare davvero poco con questi disgraziati”, chiedendo di poter far girare quanto più possibile la notizia.

SE VUOI RESTARE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.