Uccide la moglie di botte e poi passa la notte abbracciato a lei: arrestato dai carabinieri

Una 43enne di Rovereto è stata trovata morta questa mattina in un giardno nei pressi del locale “Sesto Grado” a Nago Torbole, nel Garda trentino. Si indaga per omicidio. Sul corpo della donna ci sono segni di gravi lesioni. I carabinieri sono intervenuti dopo una telefonata del marito della donna. L’uomo, un quarantenne, ha detto di aver passato tutta la notte accanto alla sua compagna, poi, svegliatosi, di essersi accorto del suo decesso. Sarà interrogato come persona informata del fatto: nel frattempo è stato trasferito alla stazione dei carabinieri di Riva del Garda.

Secondo una prima ricostruzione pare che ad ucciderla sarebbe stato proprio il marito. I due avrebbero avuto un brutto litigio proprio all’interno del locale, poi lui avrebbe perso le staffe e l’avrebbe picchiata fino ad ucciderla. Pentito di quanto fatto, si è poi sdraiato accanto al corpo esanime restando tutta la notte abbracciato alla moglie per chiamare i soccorsi appena fatta mattina. All’arrivo dei militari l’uomo è stato arrestato. La dinamica esatta dei fatti, però, è ancora al vaglio degli inquirenti.